Problemi di Privacy per Gamestop | I vostri dati sono a rischio?

    gamestop dati a rischio

    Una fuga di informazioni che potrebbe causare non pochi problemi a GameStop, nota catena di distribuzione di videogiochi e prodotti collegati. Ad accorgersi dello strano caso sarebbero stati alcuni utenti dello shop online.

    Cosa sta succedendo?

    Sui social media e su Reddit si sta diffondendo la notizia che il sito web di GameStop si sarebbe guastato ieri, rivelando informazioni parziali sui clienti ad altri utenti.

    Diversi screenshot sembrano mostrare che i nomi completi, gli indirizzi di casa, le date di nascita, le caselle e-mail e, persino, le informazioni parziali sulle carte di credito dei clienti GameStop sono stati mostrati ad alcuni utenti che accedevano ai loro account online.

    Gli utenti riferiscono che l’aggiornamento della pagina dell’account GameStop ha causato una sorta di turnazione delle informazioni personali di diversi clienti di GameStop e che, per giunta, dopo essersi accorti di quanto stava succedendo non hanno potuto cambiare le proprie password a causa dell’inconveniente.

    La catena non ha ancora smentito o confermato queste notizie, ma, visto il numero di segnalazioni su Reddit, Twitter e gli altri social, è altamente probabile siano vere. Sono tantissime le persone che si accodano nei commenti per confermare e condividere la loro esperienza con la vicenda.

    Bisogna capire, però, cosa ha provocato un simile inconveniente e, soprattutto, se è stato arginato. Le conseguenze potrebbero diventare gravissime qualora dati personali e sensibili o, persino, i codici della carte di credito degli utenti, venissero diffuse in internet a disposizione di chiunque.

    Un precedente

    Una cosa simile è accaduta nel dicembre 2015 sulla piattaforma di gioco per PC Steam, dove le informazioni sugli account dei clienti furono inavvertitamente condivise con altri clienti di Steam. Tuttavia si trattò di un limitatissimo lasso di tempo e di informazioni non così tanto personali e pericolose.

    Dobbiamo preoccuparci?

    In Italia, al momento, non sono state riscontrate segnalazioni simili, quindi è altamente probabile che l’errore, il bug o qualsiasi cosa sia successo, non abbia interessato i nostri server, rimanendo contenuto negli Stati Uniti.