Da oggi potremo giocare Super Mario World in widescreen

super mario world, super mario world widescreen, super mario world hack per giocarlo widescreen

Vitor Vilela, creativo esperto in ROM di vecchi giochi, ha creato e rilasciato Super Mario World Widescreen, un componente che permette di giocare a Super Mario World della Nintendo (uscito per la prima volta nel 1990) sui moderni schermi widescreen.

super mario world, super mario world widescreen, super mario world hack per giocarlo widescreen
L’effetto widescreen della mod di Vilela su Super Mario World

SMWW mantiene il rapporto d’aspetto originale di 8:7 pixel del gioco, il che significa che a prescindere da quanto si allarghi il display lo schermo mostrerà il gioco come se fosse su un vero schermo TV collegato allo SNES, ma con risoluzione widescreen.

Il componente aggiuntivo è disponibile per il download a questo indirizzo, ma prima che vi precipitiate a scaricarlo ci sono alcune cose che dovete sapere.

In primo luogo, il link per il download è solo per SMWW, e non contiene una ROM di Super Mario World stesso.

In secondo luogo, dovrete anche scaricare l’emulatore bsnes_hd (qui il link per il download), utilizzato da Vilela per lavorare sul progetto. bsnes permette anche a molti altri giochi SNES di girare in widescreen, anche se non allo stesso livello di perfezione su misura come nel caso di Super Mario World.

Ecco qui il gioco in azione:

In caso riusciate a recuperare un Super Mario World e ad applicare la mod, siamo certi che il divertimento e lo spettacolo non mancheranno.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Kotaku

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

Stalker 2 heart of chernobyl, Stalker 2 heart of chernobyl gameplay commentato, Stalker 2 heart of chernobyl gameplay e3 commentato, Stalker 2 heart of chernobyl devlog, Stalker 2 heart of chernobyl caratteristiche gioco

S.T.A.L.K.E.R. 2: ecco il commento dei dev al gameplay dell’E3

Copertina per la recensione di Dungeons & Dragons: Dark Alliance

Dungeons & Dragons: Dark Alliance | Recensione (PC)