Per Battlefield, EA chiama un veterano di Call of Duty

battlefield, battlefield 6, battlefield V, capo progetto battlefield è veterano di call of duty, call of duty, EA Games

Byron Beede, un ex direttore generale di Call of Duty e sviluppatore veterano, è stato nominato direttore generale e SVP della serie Battlefield alla EA.

Per EA la nomina di Beede nel ruolo senior “segnala un impegno strategico a lungo termine per la crescita del franchise”.L’affermazione ha un fondamento: Beede ha nel suo curriculum giochi come Call of Duty e Destiny, ed è logico che la sua esperienza nel progettare e gestire titoli basati sui servizi live avrà avuto un peso importante nella sua designazione.

battlefield, battlefield 6, battlefield V, capo progetto battlefield è veterano di call of duty, call of duty, EA Games

Beede riferirà direttamente al fondatore di Respawn Vince Zampella, che ha ampliato il suo ruolo all’interno di EA con tra cui la direzione di DICE LA.

Sappiamo già che EA è al lavoro per rendere Battlefield 6 un gioco di peso. Il titolo dovrebbe essere lanciato quest’anno su tutte le piattaforme, e avrà l’arduo compito di portare alta la bandiera del brand per buona parte della generazione. Il publisher ha mobilitato tutta una serie di suoi studi – tra cui Criterion – lavorare sul progetto.

La nomina di Beede ha senso in un mondo in cui Call of Duty Warzone si è imposto con forza; EA mira probabilmente ad arginare la popolarità e lo strapotere dell’al suo modo innovativo battle royale di Activision, lavorando sulle dinamiche “live” del suo prossimo prodotto di punta nel campo dell’FPS competitivo. Un’impressione confermata anche dal progetto di un gioco mobile di Battlefield, che dovrebbe entrare in competizione con la controparte di CoD, già sul mercato.

Tutto lascia pensare a una volontà di EA di far tornare Battlefield, fra i padri nobili dell’FPS bellico, in cima alla “catena alimentare”, il tutto mentre Activision ha fatto capire che il suo “modello CoD” ha avuto tanta fortuna da volerlo replicare con tutti i suoi brand di successo (qui un pezzo in merito).

Intanto, voci sempre più certe vogliono un reveal di “Battlefield 6” (ufficialmente ancora senza titolo) all’E3 2021.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE VG247

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

astro's playroom, team asobi, Playstation Studios, esclusive playstation, esclusive playstation giapponesi

Sony espande Team Asobi (Astro’s Playroom) e parla del futuro dei suoi studi in Giappone

In Horizon Forbidden West ci sarà enfasi nel rapporto coi personaggi