HOME » news

L’horror “religioso” Gray Dawn ha una data di uscita

gray dawn
Gray Dawn ha una data di uscita

Videogioco horror e religione, un intreccio pericoloso e intrigante. Gray Dawn ha tutta l’aria di essere un titolo che farà parlare di sé, nel bene e nel male. La scena indie darà a breve il benvenuto a una nuova esperienza da brivido e come di consueto sarà in prima persona.


Interactive Stone ha annunciato che il suo imminente gioco horror in prima persona, Gray Dawn, uscirà il 7 giugno. Per celebrare questo annuncio, il team ha anche rilasciato un nuovo video che mostra 8 minuti di gameplay.

In questo thriller carico di atmosfera e di rimandi religiosi, vestiremo i panni di padre Abraham, un sacerdote di origine svedese che porta sulle proprie spalle un fardello pesantissimo. Il prelato, infatti, è sospettato di aver ucciso uno dei suoi chierichetti, un’accusa infamante e davvero terribile per chiunque, figuriamoci per un sacerdote.

A caccia dell’assassino armati di crocefisso

Il gioco si svolge intorno all’anno 1920, in un remoto villaggio in Inghilterra. I giocatori saranno impegnati a interagire con gli oggetti e a risolvere enigmi di varia natura per progredire nella storia e provare a scagionarsi da questo orribile delitto. Padre Abraham dovrà affrontare prove molto dure per provare la propria innocenza. In Gray Dawn c’è un mistero da risolvere: un povero ragazzo è scomparso e tutti pensano che siamo stati noi ad avergli fatto del male. Con quali armi potrà sbrogliare la matassa il nostro caro padre Abraham?

Ebbene, potremo usare l’arguzia, come la letteratura di genere ci ha insegnato. Padre Brown di Gilbert Keith Chesterton non aveva nulla da invidiare ai vari Sherlock Holmes e Hercule Poirot… ma se questo non bastasse? Padre Abraham è in possesso di un ”dono”. Ogni volta che ricorda il ragazzo o sente di essere in pericolo, va in uno stato di trance alimentato dalla paura. Durante il gioco, grazie a questo espediente narrativo, i giocatori esploreranno universi reali e irreali che li porteranno nel bel mezzo della guerra tra bene e male. Illusione e realtà si confonderanno tra loro.

Questi momenti di follia sono intrisi di sangue, padre Abraham sentirà addirittura repulsione verso Dio. Perché tutto ciò sta accadendo proprio a lui? Talvolta persino la voce del diavolo stesso cercherà di convincerci di cose che potrebbero essere ingannevoli… ma anche dolorose verità. Come avete intuito, i temi trattati sono molto particolari e non mancheranno, ne siamo sicuri, di far discutere.

Noi, però, non vogliamo discutere, ma vogliamo vedere questi otto minuti di gameplay che ci mostrano a cosa andremo incontro il 7 giugno. Qui in basso trovate il filmato. Alla fine, come piattaforme di gioco sono state indicate Steam e Gog. Non sappiamo se verrà rilasciata una versione per console.

https://www.youtube.com/watch?time_continue=482&v=S-PIyW33ML8

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

Overwatch, iniziano i festeggiamenti per il secondo anniversario

Overwatch, iniziano i festeggiamenti per il secondo anniversario

persona 6

Persona 6 è in lavorazione: Atlus lo conferma?