RE Village omaggia Resident Evil 4? Non sapete quanto!

resident evil village, resident evil, resident evil easter egg resident evil 4, resident evil village mercante, resident evil village easter-egg,resident evil village easter-egg mercante

Avete giocato l’ultima demo di Resident Evil Village (disponibile nella serata di ieri)? Se la risposta è sì, e siete stati particolarmente attenti (o per qualche motivo avete giocato con il sonoro originale), allora potreste aver notato una palese citazione di Resident Evil 4 nella figura del simpatico mercante panciuto (“Il Duca”) che abbiamo incontrato fra i corridoi di castel Dimitrescu.

Okay sì, lo sappiamo: la citazione è già di per sé palese, ma se ascoltiamo la demo in inglese possiamo notare un easter egg che strapperà qualche risatina intenerita: quando parlerà, il mercante chiederà al buon Ethan “What are you buying?” (purtroppo, chi scrive al momento non ricorda la traduzione in italiano nella demo, sigh!), esattamente come accadeva in Resident Evil 4.

resident evil village, resident evil, resident evil easter egg resident evil 4, resident evil village mercante, resident evil village easter-egg,resident evil village easter-egg mercante

Del resto, fin dalle prime apparizioni Resident Evil Village si è proposto come una sorta di grandissimo tributo al capolavoro curato da Shinji Mikami nel 2005. L’idea di un gioco che omaggi RE4 a più riprese vi piace, o avreste preferito meno citazionismo?

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Kotaku

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

cd projekt red, cyberpunk 2077, reazioni cd projekt red lancio cyberpunk 2077, cyberpunk 2077

Per CD Projekt Cyberpunk 2077 è stato un'”enorme lezione”

Folle cerca di assassinare gli sviluppatori di Genshin Impact per dei costumi da coniglietto