Final Fantasy VIII Remastered arriva su Android e iOS

ff8 remastered

Square Enix continua a riproporre in praticamente tutte le salse i vecchi capitoli del suo brand più forte, per far espandere ancora ed ancora i confini dei Final Fantasy.
Mentre ai piani alti centinaia di sviluppatori stanno lavorando ad una coppia di videogiochi dal potenziale tellurico come Final Fantasy XVI e Final Fantasy VII Intergrade, il mondo dei giocatori su smartphone vedrà a brevissimo l’arrivo di Final Fantasy VIII Remastered.

Il titolo, precedentemente esordito su console nel corso del 2019, ha raggiunto a bruciapelo anche i markeplace di Android e iOS. Fino al 4 aprile il gioco sarà venduto scontato per un prezzo di 18.99 euro invece di 22.99 €, sia sullo store Google che sullo store digitale di Apple.

Final Fantasy VIII Remastered è una versione davvero HD (per così dire) dell’originale JRPG di Squaresoft firmato 1999. Il titolo narra la storia di Squall Leonhart e del suo manipolo di compagni mentre tentano di fermare l’avanzata di una potente strega chiamata Edea.

Il gioco originale, originariamente diviso in 4CD, ha visto molte dei suoi modelli poligonali e non venir ricostruiti da cima a fondo per l’occasione, proponendo ai giocatori il curioso sistema di crescita con le junction.

Final Fantasy VIII, anche nella sua versione remastered, resta uno dei capitoli più discussi della saga per una pletora di motivi.
Se da una parte abbiamo un comparto tecnico di primissimo ordine, con un worldbuilding ed un respiro di potenza incredibile dall’altra troviamo personaggi non esattamente memorabili ed una narrativa che fa buchi un po’ da tutte le parti.

Altro dato da analizzare è il sistema di gioco, un ATB caratterizzato da un sistema di crescita dei personaggi che si basa sulla raccolta delle magie dagli avversari; queste ultime, impiegate all’interno del cosiddetto sistema Junction finivano per diventare inutilizzabili e/o inutili all’interno del gioco, lasciando al giocatore soltanto il grinding necessario per ottenerle.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

crash on the run sbarca su ios

Crash Bandicoot: On The Run sbarca a sorpresa su iOS

Nintendo Switch X Indie Developers: L’Italia raccontata nei videogiochi