Un video celebrativo per il milione di copie di Blasphemous

blasphemous

Uno dei titoli sorpresina del passato anno è stato senza dubbio Blasphemous, il metroidvania goticheggiante realizzato dagli spagnoli di The Game Kitchen.

Il titolo, da noi recensito su PS4, è un ottimo esempio di quello che un videogioco indipendente può fare se porta avanti un art direction di primissimo ordine, mescolando in maniera saggia suggestioni cristiani con la voglia di osare e di shockare il giocatore.

Tanti auguri Blasphemous

Il titolo è stato un successo inaspettato già dal kickstarter ma è esploso solamente durante il corso dell’anno quando molte testate, nostra compresa, lo hanno incensato con alti voti di critica.

Tutto questo ha portato ad un unico risultato possibile: il raggiungimento per il titolo di un milione di copie vendute, una cifra davvero interessante per un progettino indipendente.

Per l’occasione gli sviluppatori hanno realizzato un piccolo video celebrativo in cui viene mostrato il momento in cui ricevono la targa che simboleggia il primo milione di copie vendute. Il video è comparso sulla pagina Steam del gioco e le targhette sono state realizzate dal publisher Team 17.

Il gioco è stato realizzato con un budget di circa trecentotrentamila dollari, a fronte di una richiesta iniziale di soli cinquantamila. L’unico risultato che non è stato raggiunto dalla software house è quello di aver incluso all’interno del titolo una modalità sopravvivenza a orde, per tutti gli appassionati.

Blasphemous è ancora oggi da giocare? La risposta corretta è si, visto anche è gratuito come regalo di Twitch Prime. Per poterlo riscattare basterà dirigersi su Twitch, cliccare sull’icona delle ricompense e riscattarlo dalla pagina apposita, il tutto a patto di avere un abbonamento Amazon Prime attivo.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

Epic Games, Fall Guys, Fall Guys Epic Games, Mediatonic acquisita da Epic Games, Fall Guys Fortnite

Mediatonic, gli sviluppatori del pazzissimo Fall Guys, sono stati acquistati da Epic Games

JadeyAnh

La conoscete? Uno stalker l’ha minacciata di uccidere suo padre se non avesse mostrato il seno in diretta su Twitch