Amazon cambia icona su smartphone per evitare di essere tacciata di simpatie estremiste

amazon logo

Amazon ha di nuovo una nuova icona per le app iOS e Android, per motivazioni abbastanza buffe a voler utilizzare un eufemismo. L’azienda ha introdotto una nuova icona per le sue applicazioni durante il mese scorso, abbandonando la vecchia in favore di un logotipo molto simile ma con un importante cambio.

A rimanere sono la freccia, simbolico ibrido tra il concetto dalla A alla Z ed un sorriso ed il nastro adesivo blu su sfondo marrone.
A cambiare leggermente è la forma dell’icona e del nastro adesivo.
La forma è stata modificata in una leggermente più rotondeggiante, per venire incontro a quello che è il trend di design attuale mentre il nastro…

Parliamo del nastro adesivo, dai.

Amazon dice di no ai riferimenti al nazismo (e ci mancherebbe pure)

Il precedente design dell’iconcina aveva questo nastro adesivo leggermente somigliante ad un certo simbolo.

Il problema con quel design, apparentemente, era che la striscia di nastro adesivo assomigliava un po’ troppo ai baffi di Adolf Hitler. La cosa, chiaramente, è più o meno esplosa sui social media e ciò ha fatto correre Amazon ai ripari : la striscia di nastro adesivo è stata ridisegnata per non assomigliare affatto ai baffi.

Amazon non ha ammesso ufficialmente che questo era il motivo del cambiamento.
In una dichiarazione a The Verge, l’azienda ha detto che

ha progettato la nuova icona per accendere l’anticipazione, l’eccitazione e la gioia quando i clienti iniziano il loro viaggio di shopping sul loro telefono, proprio come fanno quando vedono le nostre scatole sulla porta di casa.

Non sembra esattamente la migliore tra tutte le motivazioni ma ce la facciamo andare bene. In ogni caso, quando il design della tua icona ha qualche somiglianza con una delle figure più terribili della storia, non hai voglia che qualcuno ci monti sopra una polemica sgradevole.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

horizon forbidden west

Horizon Forbidden West arriverà su PS5 entro fine anno, almeno secondo le pubblicità

GCC Pokémon Destino Splendente | Le carte migliori, le più rare e le più costose