Da oggi in Among Us c’è un pizzico di Portal

Glados, Glados portal, portal, among us glados, among us, portal among us mod, glados mod among us

Anche se Among Us è sulla scena dal 2018, il gioco ha visto un enorme aumento della popolarità dei giocatori nel 2020 dopo che molti noti streamer di Twitch e youtuber hanno iniziato a giocarci dando al titolo una vera e propria seconda vita. A riconferma del successo, aumenta il numero delle mod realizzate per il gioco, come quella che introduce GLaDOS di Portal (robot di fatto quasi co-protagonista del gioco, Chell) come bot di supporto ai giocatori.

Glados, Glados portal, portal, among us glados, among us, portal among us mod, glados mod among us

L’utente reddit AltSk0P ha postato un video di GlaDOS che corre per i corridoi di Among Us segnalando i corpi che trova, facendo alcuni semplici compiti e persino mentendo agli altri giocatori, sorprendendo per la qualità con cui è stato realizzato.

Ecco un assaggio della mod:

Anche se AltSkoP ammette che il bot ha ancora bisogno di un po’ di lavoro, è piuttosto impressionante la velocità con cui può farsi strada, e come riesce a replicare bene il tipico umorismo di GLaDOS. Ciò che è particolarmente ammirevole è però quanto bene il bot riesca a evitare di essere scoperto quando ricopre il ruolo di impostore.

Intanto, lo sviluppatore di Among Us, Innserlsoth, ha annunciato di aver cancellato i piani per il sequel e continuerà a migliorare il gioco originale. “Abbiamo deciso di cancellare Among Us 2 e di concentrarci sul miglioramento di Among Us 1”, ha detto lo sviluppatore in una dichiarazione.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Dualshockers

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

cod warzone

Avete una PS4 da 500 GB e vi piace Call Of Duty? Activision ha una brutta notizia per voi

ff7 remake tifa

Final Fantasy VII: Tifa Lockhart non è mai stata così sexy