HOME » news

Qual è la console più ecologica di tutte?

Se siete attenti al consumo sostenibile e in generale ai temi green, vi farà sicuramente piacere conoscere quale sia la console più ecologica tra quelle disponibili sul mercato e quelle più recenti dimesse dalla produzione. Uno studio condotto da NerdWallet ha provato a rispondere a questa domanda, analizzando i dati sul costo energetico di ogni console.

Altro che super ministro della transizione ecologica, nel mondo ci vorrebbe davvero una svolta epocale che permetta ad aziende e consumatori di abbracciare sempre più soluzioni sostenibili per l’ambiente, vista la pericolosità dell’inquinamento apportato dall’uomo.

Mettiamo subito le mani avanti: non esiste davvero una console che sia perfettamente eco-friendly. Ma tra quelle disponibili sul mercato, c’è sicuramente una scelta più leggera per l’ambiente e per i vostri portafogli: si tratta di Nintendo Switch.

nintendo switch non riceverà un aggiornamento hardware

Secono i dati analizzati da NerdWallet, raccolti tra il 2 dicembre 2020 e il 4 gennaio 2021, la console ibrida di Nintendo costa al suo utente circa 117€ in termini di bollette elettriche lungo tutto il suo ciclo vitale. Per fare un paragone con le altre console rivali, PlayStation 5 raggiunge i 191€ mentre Xbox Series X|S sembra la soluzione più ostica, con 231€.

Cercando invece tra le console precedenti, risulta che la soluzione più ecologica sia Nintendo Wii U, e con un vantaggio clamoroso: solo 33€ a gravare sui consumi energetici. Segue la Nintendo Wii con i suoi 96€, poi la PlayStation 3 al prezzo di 187€ (praticamente agli stessi livelli della sua sorella next-gen), per arrivare fin alla Xbox One con una cifra monstre: 297€.

Lo studio ha anche esaminato quanto una console costerebbe all’utente medio per tutta la sua vita, sommando tra loro diversi fattori come il prezzo iniziale della console, eventuali abbonamenti online, diversi giochi a prezzi nella media e accessori comuni come un controller e delle cuffie. In sostanza le console Nintendo sono risultate praticamente le più economiche, ma a inficiare sulla classifica bisogna considerare anche le attuali forniture introvabili di console next-gen, oltre al fenomeno degli scalper.

Insomma, se cercate economia ed ecologia, la risposta sembra essere Nintendo.

Da non perdere: Torna Playstation Home con 4 mesi di giochi gratis

FONTE NintendoLife

Articolo a cura di Alessandro Colantonio

Game designer in erba e chitarrista a tempo perso. Nasce all'ombra del Vesuvio nel 1991, muove i suoi primi passi nel mondo dei videogiochi su un Windows 95 all'età di 5 anni, e diventa presto un Allenatore di Pokémon.

Bazzica tra radio web e band durante i suoi studi universitari tra Napoli, Roma e Milano, per diventare un mittente di mail professionista per annunci di lavoro che non avranno mai risposta.

Prima di approdare a Player.it si è distinto nella fan-community di Pokémon Millennium diventandone rapidamente editorial supervisor e simultaneamente PR, garantendo alla redazione del portale un flusso costante di videogiochi per Nintendo Switch da recensire.

I suoi generi preferiti sono i gestionali, gli strategici, i tattici e i GDR. Tuttavia, essendo un accumulatore seriale di videogiochi, cerca sempre di giocare ogni titolo che gli capita sotto mano.

Ha una perversione per le pratiche fandom, i cani e la birra artigianale. Adora D&D, va in ira e carica.

assassin's creed odyssey

Quanto ha venduto Assassin’s Creed Odyssey? La Grecia ha portato fortuna a Ubisoft

hogwarts legacy lead designer anti femminista

Hogwarts Legacy: ombre sul passato del lead designer