Resident Evil: Village, chi è la gigantesca donna del trailer?

donna di resident evil village

Il 21 gennaio alle ore 23.00, Capcom mostrerà, durante uno showcase, Resident Evil: Village, l’ottavo capitolo canonico della sua serie horror. Un primo gameplay sarà sicuramente il piatto forte, ma non escludiamo che possa esserci spazio anche per la data di uscita.

Capcom, inoltre, ha anche annunciato l’apertura delle iscrizioni all’open beta di un titolo multiplayer ambientato nell’universo di Resident Evil. Il breve teaser trailer che ha accompagnato l’annuncio ha attirato l’attenzione dei fan per la presenza di una figura imponente che sta “mettendo in allarme” i giocatori.

E no, non parliamo dell’enorme creatura antropomorfa barbuta armata di martello gigante (pure quella comunque non mette tranquilli), ma della donna col cappello.

Vestito e acconciatura d’altri tempi, cappello gigantesco, eleganza da attrice del cinematografo, possiamo definirla, senza timore di essere smentiti, una bella donna. Il suo sorriso seducente però non ha fatto passare in secondo piano la sua altezza, fuori dalla norma (si nota dalla differenza con gli altri personaggi intorno e dal fatto che abbia bisogno di chinarsi per entrare da una porta).

Chi sarà mai questa donna? Su Twitter le teorie iniziano già a moltiplicarsi e ce n’è una che supera le altre e ci sembra la più probabile e intrigante: la donna sarà la nuova stalker.

Resident Evil ha sempre avuto una tradizione di stalker, basti pensare ai due principali villain di questa tipologia: Mr. X e Nemesis. È altamente probabile che anche in Village ci sarà un nemico che proseguirà la tradizione, meno terrificante nell’aspetto, ma letale in caso di incontro ravvicinato. Le dimensioni della donna sembrano in linea con quelle dei suoi colleghi maschi, pertanto immaginiamo che la vedremo spesso inseguirci per il villaggio al centro delle avventure di Ethan Winters.

Voi cosa ne pensate? Vi sembra adatta a disturbare l’esplorazione di Ethan?

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

nomi cose città parole con le doppie

Nomi cose città | parole con le doppie

goldeneye x mario64

Il crossover che non t’aspetti: GoldenEye 007 X Mario 64