Sense – Cyberpunk Ghost Story è stato definito come un gioco sessista ancor prima di uscire su console

sense a cyberpunk ghost story

Sense – A cyberpunk Ghost Story è un survival horror a scorrimento orizzontale ad ambientazione fantascientifica sviluppato dalla software house americana Top Hat Studios, già nota per aver realizzato titoli come Ova Magica, Sonzai o Hyper Team Record.

Come prevedibile non stiamo parlando di una software house incredibilmente conosciuta: tutti i giochi di cui sopra sono videogiochi dal budget non particolarmente elevato che avranno raggiunto nicchie di fan, senza però esplodere nel mercato mainstream del videogioco.

Ecco, Sense – A cyberpunk Ghost Story probabilmente farà la stessa fine ma ce lo ricorderemo in maniera maggiore, questo a causa di una tossicità diffusa nella community dei gamer.

Sense – A Cybepunk Hhost Story ha troppi pixel a forma di seno

Quelli che troviamo qui sono solo alcuni dei tweet riguardanti le polemiche intorno al giorno. Tweet non particolarmente violenti, vogliamo sottolineare, che però mostrano l’indisposizione di una certa frangia di utenza verso videogiochi come Sense – A Cyberpunk Ghost Story a causa dell’art style, con un character design che presenta forme prorompenti e donne da misure innaturali; a ciò vanno aggiunte accuse riguardanti l’incitazione alla violenza che tale art style potrebbe provocare, oltre alla crudezza delle tematiche presentate.

Perché questi tweet sono comparsi proprio ora quando il gioco è in realtà presente sul mercato da Agosto 2020? Perché il titolo, entro la fine del mese, dovrebbe uscire su Switch, PS4 e Xbox One, cosa che a quanto pare non è andata giù a molti.

La parte poco divertente di tutta la storia è che, a quanto pare, i gamers non si sono fermati ad esprimere le loro opinioni attraverso dei tweet più o meno condivisibili. Hanno minacciato la software house di praticare review bombing per affossare il gioco, minacciato di morte (!!!) gli sviluppatori e pratiche simili.

Gli sviluppatori chiaramente non hanno preso benissimo queste prese di posizione e hanno rimarcato che non hanno assolutamente intenzione di censurare il proprio gioco.

Ecco la dichiarazione rilasciata su twitter dalla software house, tradotta per voi.

Con il prossimo arrivo di Sense – 不祥的预感: A Cyberpunk Ghost Story su Nintendo Switch, siamo venuti a conoscenza di una grande quantità di messaggi basati su informazioni false. Questi messaggi parlava di Sense – 不祥的预感: A Cyberpunk Ghost Story come di un gioco pornografico, capace di incoraggiare la violenza o ancora peggio, responsabile di infrangere la legge.

Queste voci e questi messaggi sostenevano posizioni in cui si parlava di rendere impossibile la vendita del gioco, richiedendo una pesante censura rivolta allo stile artistico da noi usato nella creazione del mondo di gioco.
A questo si sono aggiunte minacce di review bombing, con tanto di messaggi simili rivolti nei confronti del nostro distributore.

Abbiamo inoltre ricevuto minacce di morte da parte di colore che si sentono minacciati da ciò che si riduce, essenzialmente, a una decisione estetica di come i pixel sono disposti su uno schermo.
Pur essendo delusi da questi comportamenti, non siamo certo sorpresi.

Cerchiamo di essere chiari su questo – non censureremo il gioco a causa di folle egocentriche che si preoccupano solo della tribuna.
Ci rifiutiamo categoricamente e assolutamente di limitare l’espressione creativa.

Ai creatori dovrebbe essere concessa la libertà di esprimersi, soprattutto quando si tratta di un’espressione delle sottoculture in cui sono stati immersi.

Come gioco cyberpunk, Sense utilizza immagini e temi relativi a un futuro fatto di immagini estreme, dove temi come la commercializzazione del corpo o la modifica estetica sono parte integrande del movimento a cui esso si ispira. Ciò si riflette nella caratterizzazione dei personaggi e dei loro disegni.

Rifiutiamo tutte le dichiarazioni che ci sono pervenute per messaggio e ribadiamo i nostri principi che tutelano le espressioni creative. Ricordiamo anche che questo gioco è valutato come ESRB M (17+) e PEGI 18.
Questo non è un gioco Adult-Only, non sono state infrante leggi al contrario di quello che tanti leoni da tastiera hanno sostenuto sulla base dei loro pregiudizi.

La valutazione sopra descritta riflette il target di riferimento ma a quanto pare questa cosa viene del tutto dimenticata da coloro che portano avanti una crociata del tutto cieca contro quella che è la realtà dei fatti.

Lo ripetiamo ancora una volta allora: Sense – 不祥的预感: A Cyberpunk Ghost Story è valutato ESRB M (17+) e PEGI 18.
Il gioco uscirà come previsto, e senza censura, il 7 gennaio 2021 per Nintendo Switch.

Può essere preordinato e precaricato ora sul Nintendo E-Shop.
Il gioco ha superato il Quality Assurance su altre piattaforme, e lì si stanno ancora decidendo le date di rilascio.

Il gioco non sarà censurato.
Ci rifiutiamo categoricamente di censurarlo.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

fortnite stagione 5

Fortnite Capitolo 2 Stagione 5 – guida alle sfide settimana 5

Soldato col fucile in mano sulla copertina di Medal of Honor

Medal of Honor: Above and Beyond | Recensione (Oculus)