PlayStation 5: volevate trasferire i salvataggi tramite USB? E invece…

PS 5 salvataggi, PlayStation 5 salvataggi trasferimento USB, PlayStation 5 salvataggi USB, Sony Computer entertainment

Stando alle notizie in arrivo dalle prime prove su strada, al momento la PlayStation 5 non supporta la copia dei dati di salvataggio su dispositivi di memorizzazione esterni. L’unica possibilità per spostare i file di salvataggio da una PS5 a un’altra o per fare il backup dei dati di salvataggio sembra essere il cloud storage di Sony – disponibile esclusivamente per gli abbonati PlayStation Plus.

Si tratta di un modo d’uso molto diverso da quello di PlayStation 4, che invece consente agli utenti di eseguire il backup dei dati di salvataggio su una chiavetta USB, oltre che sul cloud storage. Senza questa opzione, i possessori di PS5 rischiano di perdere i loro file di salvataggio se qualche problema li colpisce – il furto della loro console, un incendio, una caduta dagli effetti irreparabili- a meno che non abbiano un abbonamento attivo a PlayStation Plus.

PS 5 salvataggi, PlayStation 5 salvataggi trasferimento USB, PlayStation 5 salvataggi USB, Sony Computer entertainment

Inoltre, gli stessi salvataggi per titoli PS4 in retrocompatibilità possono essere copiati senza problemi su USB, cosa che fa capire come Sony sembri mirare a spingere l’utenza verso il binomio “giochi next-gen- abbonamento PS Plus“.

Al momento non è possibile sapere se in futuro questa limitazione di PS5 sarà eliminata o meno.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Polygon

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

the medium rinviato

The Medium: rinviato l’horror di Bloober Team

Spider-Man Remastered: Peter Parker si rifà l’armadio con nuovi costumi