Per Todd Howard (Bethesda) è “difficile” che The Elder Scrolls diventi esclusiva Xbox

TES VI, The Elder Scrolls 6, The Elder Scrolls 6 esclusiva microsoft, Todd howard su TES 6 esclusiva Xbox

Todd Howard, responsabile di Bethesda, ha affermato che è “difficile immaginare” che The Elder Scrolls 6 possa uscire come esclusiva Xbox in seguito all’acquisizione del gruppo ZeniMax da parte di Microsoft.

Raggiunto per un’intervista da GamesIndustry, Howard ha affrontato uno degli interrogativi più posti da commentatori e fan-ovvero il destino di una delle saghe di action-rpg occidentali più importanti dell’industria-in modo abbastanza sibillino. All’affermazione dell’intervistatore secondo il quale sarebbe difficile vedere TES in solo su console Microsoft, Howard risponde con un semplice “Sono d’accordo che sia difficile da immaginare”, senza entrare troppo nei dettagli.

TES VI, The Elder Scrolls 6, The Elder Scrolls 6 esclusiva microsoft, Todd howard su TES 6 esclusiva Xbox

Incalzato ancora, il director spiega che in realtà ZeniMax e Microsoft non hanno ancora affrontato del tutto i termini di questo tipo di dinamiche e che decisioni di questo tipo verranno affrontate in modo diverso caso per caso. Tuttavia, afferma anche che la collaborazione con Microsoft non dovrebbe apportare troppi cambiamenti nelle politiche di Bethesda per quel che riguarda la celeberrima serie fantasy, che già in passato alcuni capitoli di TES hanno giovato di accordi di collaborazione col gigante di Redmond, come nel caso di uno dei DLC di Skyrim, per molto tempo esclusiva Xbox.

TES VI, The Elder Scrolls 6, The Elder Scrolls 6 esclusiva microsoft, Todd howard su TES 6 esclusiva Xbox
Immaginate cosa sarebbe accaduto se Skyrim fosse stato un’esclusiva: avrebbe avuto lo stesso impatto culturale?

Sempre all’interno dell’intervista Howard chiarisce come per lui l’obiettivo primario della partnership sia sfruttare nel miglior modo possibile GamePass e il suo potenziale, che permette di far sì che grandi masse di giocatori possano mettere le mani sui giochi proposti col minimo sforzo.

Infine, Howard si è detto colpito dal clamore dell’acquisizione, che non si aspettava (“Ho grossolanamente sottovalutato l’impatto sulla comunità dei giocatori”).

Todd vive completamente fuori dalla realtà o ha voglia di prenderci in giro?

In ogni caso, al momento, la questione sull’esclusività di TES VI sembra ancora lungi dall’essere chiarita, ma dal poco che possiamo leggere sembra che l’ipotesi più accreditata-ovvero il mantenimento di una certa indipendenza di ZeniMax su alcuni brand-sia la più papabile.

Cosa ne pensate?

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE IGN

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

Genshin Impact: Adventurers Assemble, Mora e Primogems gratis fino al 27 novembre

xbox game pass, x box, game pass, phil spencer game pass sostenibile,

Per Phil Spencer Xbox Game Pass è un servizio sostenibile al prezzo attuale