PlayStation: Sony registrerà le conversazioni vocali per motivi di sicurezza

PlayStation 5, Sony, PlayStation 5 registra conversazioni per fini di sicurezza, PlayStation registra conversazioni per fini di sicurezza

Quello della privacy delle nostre conversazioni vocali tramite strumenti digitali è un tema caldo che abbraccia quello delle intercettazioni e della gestione di queste informazioni “sensibili”, e l’ultima rivelazione sulle feature di PlayStation rischia di far piombare la console al centro di qualche polemica.

Tutto è cominciato dai commenti di alcuni utenti al nuovo aggiornamento di PlayStation 4 (in questa news tutti i dettagli).

In poco tempo infatti alcuni giocatori hanno iniziato a postare in rete foto di alcuni messaggi comparsi sull’interfaccia di PlayStation che suggerirebbero che alcune conversazioni vocali fra giocatori potrebbero venire registrate “con fini di moderazione”.

Presto sono inoltre arrivate segnalazioni delle motivazioni al provvedimento, che in pratica si sostanzierebbero nella volontà di Sony di monitorare le conversazioni fra utenti per identificare eventuali comportamenti scorretti o molesti da parte dei giocatori.

Dopo lo scalpore della notizia, Sony, che in un primo momento non aveva inserito riferimenti alla funzione nella documentazione ufficiale dell’aggiornamento, ha rilasciato una breve dichiarazione in merito sul blog ufficiale:

A seguito di questo aggiornamento, gli utenti potranno vedere una notifica concernente la sicurezza dei party e il fatto che le chat vocali all’interno di essi potranno essere registrati. La registrazione ai fini di moderazione sarà disponibile su PlayStation 5 al lancio, e permetterà agli utenti di registrare le loro chat vocali su PS5 per favorire un processo di moderazione.

Al momento, quindi, il servizio non è attivo e sembra lo diventerà soltanto a partire dal lancio della PlayStation 5.

Intanto, però, la questione si pone: Sony sta sconfinando troppo nella sfera personale del giocatore? Di sicuro gli episodi spiacevoli in chat non mancano, ma siamo sicuri che il provvedimento creerà molte discussioni.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE The Verge

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

Assassin's Creed Valhalla

Assassin’s Creed Valhalla, rivelate le specifiche tecniche della versione PC

denuvo-anti-cheat-doom-eternal-rimosso

DOOM Eternal, il nuovo compositore offre un assaggio della colonna sonora del DLC The Ancient Gods