Il Regno Unito dichiara guerra agli annunci fuorvianti dei giochi mobile

giochi smartphone fuorvianti, ads giochi smartphone fuorvianti, homescapes, gardenscapes

Dite la verità: quante volte scorrendo Facebook vi siete imbattuti in ads di giochi mobile attaccati ferocemente da utenti insoddisfatti perché scaricandoli si erano ritrovati prodotti totalmente diversi da quelli rappresentati nelle pubblicità? Ebbene, il malcostume sembra essere molto diffuso, e nel Regno Unito le autorità cominciano a prendere provvedimenti.

La BBC riporta infatti che l’ASA (Advertising Standards Authority), l’ente che si occupa delle promozioni fraudolente, ha bandito gli annunci di Homescapes e Gardenscapes, due giochi mobile della Playrix. La motivazione è semplice: i gameplay mostrati negli ads dei due giochi non corrispondevano o corrispondevano solo in parte all’esperienza di gioco che ci si ritrovava davanti una volta installati i titoli sul proprio smartphone.

giochi smartphone fuorvianti, ads giochi smartphone fuorvianti, homescapes, gardenscapes
Una delle ads incriminate

In particolare, le ads colpite mostravano i due giochi come basati sul dover risolvere un puzzle composta da serie di perni da tirare nell’ordine giusto per liberare la strada all'”alter-ego” del giocatore.

Va specificato inoltre che tutti questi prodotti contenevano acquisti in-app, e avevano al loro interno vari annunci pubblicitari.

Playrix si è difesa insistendo sul fatto che quei gameplay erano in effetti compresi in alcuni livelli dei giochi, ma l’ASA ha sottolineato che l’azienda li aveva spacciati come esempi del gameplay generale dei due titoli, e non come eccezioni.

Di qui, l’accusa di essere fuorvianti.

giochi smartphone fuorvianti, ads giochi smartphone fuorvianti, homescapes, gardenscapes
Un’altra ads incriminata, “appartenente” a Gardenscapes

Stando alle dichiarazioni dell’ASA e ai commenti di vari analisti del settore mobile interpellati dalla BBC, la pratica delle pubblicità fraudolente sarebbe in aumento e il caso di Homescapes e Gardenscapes non certo isolato, anzi gli esempi aumentano di giorno in giorno.

Che queste strette su certe strategie di marketing disoneste arrivino presto anche in Europa?

Forse sarebbe un bene, soprattutto per i consumatori attirati da un’ads ben costruita ma di fatto ingannevole.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE BBC

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

Take-Two compra Ruffian Games: nasce Rockstar Dundee

Space Crew | Recensione (PC): Bomber Crew nello spazio!