Disgaea 6, prime immagini e informazioni sul gioco

Come vi abbiamo anticipato qualche giorno fa, Disgaea 6 sarà presente al Tokyo Game Show 2020. Il titolo di Nippon Ichi Software fa parte della line-up annunciata da SEGA/Atlus per il loro palinsesto al TGS, e la sua presentazione pubblica è fissata per il 26 settembre. Come anticipazione dell’evento, lo sviluppatore ha rilasciato alcuni concept art delle location che si andranno ad esplorare nell’avventura, assieme ai primi dettagli di gioco.

Disgaea 6 è il nuovo capitolo della longeva serie di RPG tattici, il cui primo episodio risale al 2003. Famosa per la sua narrativa sopra le righe, la serie non si smentisce neanche in questo capitolo, che vede nel ruolo di protagonista Zed, uno zombie determinato a salvare il mondo dei demoni da una misteriosa calamità nota come “God of Destruction”. La sua missione lo porterà a viaggiare attraverso numerosi mondi, nei quali acquisire nuovi poteri e compagni di viaggio. Per il momento sono state annunciate 5 differenti location: Human World, TV World, Demons Academy, Musical World e Evil Castle.

Disgaea 6 - TV World
TV World, uno dei mondi di gioco annunciati

Oltre a Zed, sono stati annunciati alcuni comprimari: Bieko, sorella minore di Zed, che gli offre supporto morale e sogna di diventare dottoressa; Cerberus, un cane zombie intelligentissimo che accompagna Zed nelle sue avventure istruendolo alla magia proibita della “Super Reincarnation”; il già citato God of Destruction, villain con la modesta ambizione di regnare sull’intero universo; infine l’Overlord Ivar, un potente regnante che sembra però condannato a non essere preso sul serio.

Disgaea 6 - God of Destruction
Il cattivissimo God of Destruction

Come detto, il gioco è un RPG tattico: il gameplay consiste dunque di una serie di battaglie a visuale isometrica nelle quali dovremo avere ragione di orde di nemici e al termine delle quali otterremo esperienza necessaria a livellare i nostri personaggi: su questo punto la serie Disgaea è sempre stata particolare, offrendo un numero spropositato di livelli ottenibili, fino a 9999; tenetevi forte, perché in Disgaea 6 il level cap è fissato addirittura a quota 99.999.999! Sulla griglia di combattimento potremo agire in molti modi, anche stravaganti per il genere in questione (ad esempio, scagliare i personaggi contro gli avversari). Saranno implementate alcune features per agevolare lo svolgimento delle battaglie (velocizzazione 2X e auto-Battle). Inoltre, contrariamente alle precedenti iterazioni del franchise, tutti i personaggi a schermo saranno modelli poligonali in 3D.

Disgaea 6 - modelli 3D
Schermate coloratissime e modelli 3D: Disgaea 6 sembra una gioia per gli occhi.

Il gameplay di Disgaea 6 ruota attorno alla già citata “Super Reincarnation”: tale magia fa sì che il protagonista, qualora sconfitto dal God of Destruction, possa ritornare in vita a livello 1, conservando però parte del potere accumulato fino a quel momento. Ad ogni ciclo di morte e rinascita, quindi, il tasso di incremento dei parametri garantiti dal level up aumenterà, facendo sì che più moriamo, più la nostra prossima incarnazione sarà forte: ad ogni ciclo rinforzeremo infatti il nostro Karma, che potremo utilizzare per apprendere o sviluppare tecniche aggiuntive non migliorabili in altro modo. Una dinamica alquanto inedita, che porta a percepire la sconfitta come un fattore positivo, scardinando una delle grandi certezze del gaming. Sarà molto interessante scoprire maggiori informazioni su questa meccanica potenzialmente innovativa. Possiamo aspettarci insomma una pornografia parametrica, con la possibilità di raggiungere valori numerici fuori scala rispetto a qualsiasi altro esponente del genere. Basti vedere l’immagine qui sotto!

Disgaea 6 - danni
danni, sempre danni, fortissimamente danni.

Disgaea 6 uscirà in Giappone il 28 gennaio 2021 su PS4 e Switch. In nord America ed Europa è invece atteso per l’estate, attualmente solo su Switch. In programma una Limited Edition con numero di copia stampato, box a tema, art book e OST.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Alessandro Giovannini

videomaker, gamer, nerd, INTJ-A.

Cinema e videogiochi: le mie due più grandi passioni. Da bambino mi alzavo presto la mattina per giocare con il Sega Mega Drive II prima di andare a scuola; passavo i pomeriggi a guardare Terminator 2 fino a consumare il nastro della VHS; impiegavo le serate a cimentarmi nelle avventure grafiche di Lucas Arts su un glorioso PC con Windows 95 in compagnia di mio fratello.
Poi sono venuti gli studi e la laurea in cinema oltre al lavoro, in tv prima e come videomaker freelance poi, nonché le esperienze di redattore e inviato stampa presso siti di informazione cinematografica. In tutto ciò non ho mai abbandonato il gaming, che ho combinato con la mia passione per la scrittura ed il mio approccio analitico, prima sulle pagine di Spaziogames e ora qui su Player.
A tarda notte streammo sul mio sfigatissimo canale Twitch e nel resto del tempo mi struggo al pensiero di tutto il backlog che non riuscirò mai a recuperare :)

Primo videogioco: The Adventures of Captain Comic (DOS)
Videogioco preferito: Final Fantasy VII
Piattaforme di gioco possedute: Super Famicom, Game Boy Color, Mega Drive II, PSX, PS2, PS3, PS4, Xbox One S, PC.

No Man’s Sky Origins, una valanga di nuovi contenuti per il titolo di Hello Games

Crash Bandicoot, Crash Bandicoot 4: It's About Time, Toys for Bob

Crash Bandicoot 4: ecco come funzionerà il multiplayer