Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Pubblicato in: News

Metal Gear Solid V, la community sblocca ufficialmente un finale segreto

Metal Gear Solid V: The Phantom Pain torna a far parlare di sé dopo cinque anni dalla sua uscita per un’impresa eccezionale: i giocatori ancora attivi nella versione PS3 del titolo hanno infatti sbloccato una sorta di finale segreto realizzando la distruzione dell’intero arsenale nucleare presente nel gioco.

Per coloro che non lo sanno infatti in The Phantom Pain è presente una sorta di multiplayer asincrono (permetteteci un termine semplificativo), attraverso il quale i diversi giocatori possono interagire con gli altri. Fra tali interazioni c’è anche quella di disattivare le testate nucleari costruite da altri durante il gioco.

Nel filmato segreto vediamo i Diamond Dogs celebrare solennemente il raggiungimento dell’agognato disarmo nucleare mondiale, un easter egg significativo se pensiamo che proprio questo è uno dei temi fondamentali della saga fantapolitica di Hideo Kojima. Non stupisce quindi che il game designer nipponico abbia voluto inserire un contenuto segreto di questo tipo.

Nel corso del 2018 il video era già stato sbloccato grazie a un glitch, ma stavolta a quanto pare l’obiettivo è stato raggiunto sul serio anche grazie alla ormai esigua community ancora attiva sulla versione PS3 del titolo.

Quanti di voi stanno ancora giocando a The Phantom Pain? Cosa pensate dell’ultimo Metal Gear curato da Kojima-san?

Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore. Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman. Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood). Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play. È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

Disqus Comments Loading...
Share

Recent Posts

“Giochi di ruolo” è un libro fondamentale per gli aspiranti autori, e stimolante per i giocatori

Come accennato anche dallo stesso autore, Mauro Longo, durante la nostra intervista preliminare, questo è…

Halloween arriva in Red Dead Online

Da oggi fino al 16 Novembre è disponbile al download il nuovo aggiornamento dedicato ad…

Sakuna: Of Rice and Ruin | Anteprima (Switch)

Un gioco d'azione con una corposa componente gestionale: scoprite Sakuna: Of Rice and Ruin nella…

Su PS5 i trofei sbloccheranno contenuti esclusivi

C'è aria di rinnovo per quanto riguarda il sistema di trofei in casa Sony. Come…

ScourgeBringer | Recensione (Nintendo Switch)

Scourgebringer, ibrido tra un action game, un platform ed un roguelite, è un gioco tostissimo…

Wasteland: il prossimo gioco dei suoi sviluppatori potrebbe essere un titolo steampunk

Wasteland 3 è stato un rpg che, pur muovendosi in una nicchia, più ha saputo…