HOME » news

Cyberpunk 2077: eliminata la possibilità di scalare i muri

Cyberpunk 2077, CD Projekt Red, Cyberpunk 2077 parti tagliate

Cyberpunk 2077 è senza dubbio fra i titoli più ambiziosi del videogioco contemporaneo e promette di far vivere al giocatore mille e mille esperienze e avventure nel corso delle varie run, ma tale ambizione può avere diversi prezzi da pagare, fra i quali il taglio di alcuni aspetti di gioco pianificati all’inizio della produzione.

E’ il caso della possibilità della corsa sui muri, annunciata dagli sviluppatori in un’intervista all’E3 del 2018 e, stando a Gamereactor, tagliata in corso di sviluppo.

Il gioco infatti avrebbe permesso a chiunque un minimo di “esplorazione alternativa” dell’ambiente mediante la possibilità di arrampicarsi e addirittura “correre” sulle pareti, probabilmente attraverso attrezzature speciali, ma secondo il level designer Max Pears questa caratteristica sarebbe stata scartata per non meglio specificati “motivi di design”.

Cyberpunk 2077, CD Projekt Red, Cyberpunk 2077 parti tagliate

Non è la prima volta che accade: la lista di giochi dalle dinamiche di gameplay modificate rispetto alle loro prime uscite pubbliche è vastissima (pensiamo solo a Bioshock Infinite, che all’inizio della sua produzione sbandierava una libertà di approccio all’azione molto più ampia), ma in questo caso sembra trattarsi solo di qualche tassello mancante che, crediamo, non pregiudicherà la vastità e la varietà del gioco.

State attendendo Cyberpunk 2077? Cosa vi aspettate dal suo mondo immersivo?

FONTE PC Gamer

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

Nintendo, Nintendo Direct, Shuntato Furukawa

Nintendo Direct: l’azienda pensa a nuovi format

come sbloccare zeraora cromatico

Pokemon Spada e Scudo: come sbloccare Zeraora Cromatico