The Lord of The Rings Online: i giocatori rendono omaggio a Ian Holm (Bilbo)

The Lord of The Rings Online, Ian Holm, Bilbo Baggins, Il Signore degli Anelli, Lo Hobbit

Ci sono momenti in cui alcune community di giocatori riescono a strappare qualche sorriso commosso, e questo è uno di quelle. Due giorni fa, alla notizia della morte di sir Ian Holm, attore britannico interprete di Bilbo nelle trilogie de Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit, è avvenuto qualcosa di straordinario: su vari server del gioco, molti giocatori hanno condotto i loro avatar nei luoghi del gioco che più sono significativi nella vicenda umana di Bilbo all’interno delle storie di Tolkien.

Sul server Evernight la meta del pellegrinaggio è stata Gran Burrone, città elfica in cui è possibile trovare Bilbo in versione PNG (ricordiamo che Bilbo visita la città di sire Elrond sia durante Lo Hobbit che ne Il Signore degli Anelli), mentre sui server Laurelin e Belegaer hanno deciso di raggiungere la cara vecchia Hobbiville, città di residenza dei Baggins della contea, per far visita al buco Hobbit del leggendario esploratore e detentore dell’Unico Anello.

Davvero dei momenti meravigliosi, che ci ricordano quanto community come quelle di Lotr Online possano creare eventi indimenticabili.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Eurogamer

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

The Last of Us Parte II, The Last of Us Part II, The Last of Us, TLOU2, Naughty Dog, Ellie

The Last of Us Parte II: ecco Ellie che suona Californication e altri classici

Call of Duty stagione 4, Call of Duty Modern Warfare, Call of Duty Warzone, Call of Duty Warzone stagione 4, Call of Duty Modern Warfare stagione 4, Infinity Ward

Call of Duty: Warzone: qualcuno ha vinto un match usando solo i bastoni da Kali