HOME » news

Giocatore di Minecraft ricrea l’intera mappa di Černobyl’

mappa di chernobyl ricostruita su minecraft

Un giocatore di Minecraft ha impiegato due anni per ricostruire l’intera mappa di Černobyl’, città a pochi chilometri da cui avvenne il tristemente noto incidente nucleare.

Il disastro di Černobyl’ è uno dei fatti più sconvolgenti della storia moderna. Accadde la notte del 26 aprile 1986 a pochi chilometri dalla città ucraina di Pryp”jat’ presso la centrale nucleare a fissione Vladimir Lenin. I morti accertati, secondo le stime del governo sovietico, furono una sessantina, ma il dubbio che i numeri siano stati molto più alti è concreto.

La serie tv di Netflix trasmessa l’anno scorso ha ricostruito la vicenda in maniera particolareggiata e ha permesso a molti di conoscere dettagli prima ignorati.

Il giocatore che ha deciso di intraprendere questa impresa si chiama Janisko e ha chiamato la sua creazione “Universo di Chernobyl“. La mappa è stata creata per essere giocata in modalità Sopravvivenza e mira a rispecchiare in modo fedele la zona teatro dell’incidente. Janisko ha utilizzato anche alcune mappe presenti nella serie videoludica S.T.A.LK.E.R. Due anni di lavoro hanno portato a un risultato di tutto rispetto.



Ho costruito sia Chernobyl che le altre aree più meridionali della zona, così come la parte bielorussa e persino la città di Poliske, ad esempio, ispirata alla mappa della città morta presente in S.T.AL.K.E.R.

Per creare questa mappa molto grande, ho proceduto con il maggior numero possibile di dati, che attingo principalmente da Internet, come Google Maps e altre cose utili. Naturalmente, non tutte le informazioni possono essere ottenute da Internet, ma sfortunatamente non ho altre modalità di acquisizione dei dati, il che significa che quando sono costretto, devo usare un po’ di improvvisazione nella ricostruzione di alcuni edifici o layout di alcune aree.

La versione 0.02 è disponibile al download su Planet Minecraft.

FONTE VG247

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

Autori-di-Ruolo_un-d12-domande-a-Nicola-De-Gobbis-Need-Games

Autori di Ruolo: D12 domande a…… Conclusioni, con Nicola De Gobbis

Gloomy Eyes, il sogno più bello | Recensione (PC)