Resident Evil VIII: Village annunciato all’evento PS5

resident evil 8 village mostrato all'evento ps5

Finalmente abbiamo visto Resident Evil VIII: Village, dopo tanti rumour e voci che si sono susseguite durante le settimane che hanno preceduto l’evento PS5.

L’ottavo capitolo della serie Capcom si è mostrato in un trailer di quasi tre minuti in cui le cinematiche hanno fatta da padrone, ma hanno lasciato spazio anche a qualche sprazzo di gameplay in prima persona.

Il setting sembra avere il mood del settimo capitolo ma approfondito, ampliato, con sfumature di varia natura, in primo luogo l’occultismo che sembra avere un ruolo davvero importante in Resident Evil: Village.

E sì, abbiamo visto anche i lupi mannari e, cavolo, sembrano fatti davvero bene. Non è semplice inserire queste creature senza cadere troppo nel “trash”, ma nei pochi secondi in cui abbiamo visto un uomo trasformarsi, ci è parso tutto fatto a regola d’arte, sembrano spaventosi.

La storia è ambientata pochi anni dopo Re7, Ethan e sua moglie Mia vivono in pace, liberi dai loro incubi passati. Proprio mentre stanno costruendo la loro nuova vita insieme, la tragedia li colpisce ancora una volta. Chris Redfield, il leggendario eroe della serie Resident Evil, sconvolgerà orribilmente la loro vita. Chris, infatti, da quel che sappiamo, è diventato il villain della vicenda, ma non conosciamo i dettagli della situazione che ha portato a questo cambio inaspettato di rotta.

L’ambientazione rurale e l’atmosfera gotico/religiosa formano un bel connubio. Non stiamo più nella pelle.

Resident Evil VIII: Village arriverà nel 2021 su PS5, Xbox Series X e Steam. Non ci sono informazioni circa l’uscita sulle console dell’attuale generazione.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

Deathloop, Arkane Studios, sony computer entertainment

Deathloop, il nuovo titolo Arkane, torna a mostrarsi

Horizon II Forbidden West, sony computer entertainment, Guerrilla Games

Presentato Horizon Forbidden West: Aloy approda su PS5