Amazon ha cancellato il suo videogioco Breakaway

breakaway amazon
Cancellato Breakaway di Amazon Game Studios

Breakaway, il videogioco competitivo sviluppato dallo studio di gioco interno di Amazon, è stato cancellato. Lo sviluppatore, Amazon Game Studios, ha annunciato durante il fine settimana che ha annullato il gioco dopo averci pensato e ripensato moltissimo. Lo studio fa sapere che sta valutando nuove idee per non fa rimanere i giocatori a bocca asciutta.


Lo staff di Amazon Game Studios ha rilasciato le seguenti motivazioni per la cancellazione di Breakaway:

Abbiamo sviluppato molte idee e fatto molti progressi, ma ci siamo resi conto di aver raggiunto un livello molto alto per noi stessi. Nonostante i nostri sforzi, non siamo riusciti a raggiungere il traguardo che ha reso il gioco quello che tutti speravamo potesse essere: dopo una lunga ricerca dentro noi stessi, il team ha deciso di concentrarsi su nuove idee. Di conseguenza, Breakaway non è più in sviluppo.

Lo studio afferma di rimanere eccezionalmente orgoglioso del lavoro svolto dal team e di sentirsi privilegiato per aver fatto parte di una comunità così dedita ed entusiasta.

Amazon Game Studios ha, a dire il vero, lasciato il più piccolo barlume di speranza per Breakaway, dicendo il team potrebbe tornare al progetto “se venisse colpito da un fulmine d’ispirazione”. La dichiarazione ufficiale, però, rimane che “Breakaway non è più in sviluppo“. Noi prendiamo per buona quest’ultima.

Questa non è una grande sorpresa, a dirla tutta, visto che Kotaku aveva già riportato mesi fa alcuni dubbi sulla realizzazione di Breakaway, un gioco competitivo 4v4. La chiusura del progetto è avvenuta dopo alcuni test pubblici. Presumibilmente il feedback non è stato così positivo come avrebbe voluto Amazon.

Breakaway non è il primo videogioco cancellato in questi ultimi mesi. La stessa sorte è capitata a Scalebound, Star Wars 1313 e Titan.

Amazon Game Studios ha altri progetti

Mentre Breakaway viene cancellato, Amazon Game Studios ha comunque diversi titoli in lavorazione, tra cui un gioco sandbox chiamato New World e un gioco fantascientifico in terza persona chiamato Crucible.

Ricordiamo che questo studio di sviluppo è nato nel 2014 e ha fatto assunzioni importanti in questi pochi anni di attività, ad esempio, il designer di Portal, Kim Swift, e il game director di Far Cry 2, Clint Hocking. Va detto che entrambi hanno lasciato già lo studio di sviluppo senza aver mai rilasciato nulla dal punto di vista videoludico. Hocking è tornato da Ubisoft, come creative director di Ubisoft Toronto.


La storia di Amazon Game Studios è ancora tutta da scrivere. Non sta avendo vita facile, ma potremo dare un giudizio più approfondito quando i suoi progetti verranno rilasciati.

Per quanto riguarda New World, il videogioco in lavorazione presso Amazon Game Studios viene così descritto:

Scolpisci il tuo destino in New World, un gioco sandbox multiplayer ambientato in una terra maledetta e viva. Scegli come giocare, cosa fare e con e contro chi lavorare in un mondo in evoluzione che si trasforma con le stagioni, il clima e l’ora del giorno. Gioca insieme ad altri giocatori per liberare la terra dai mostri che la infestano e costruire civiltà fiorenti, o decisi di avventurarti da solo, sopravvivere di fronte a terrori soprannaturali e banditi assassini. Focalizzato su un gameplay coinvolgente e su ricche funzionalità social, tra cui l’integrazione profonda di Twitch con eventi, risultati e ricompense decise durante la trasmissioni, il tuo unico limite nel Nuovo Mondo è la tua ambizione.

Cliccando qui, potete visitare il sito ufficiale.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

Spyro the dragon remaster

[UPDATE] Un uovo potrebbe essere la conferma definitiva del remake di Spyro The Dragon

l'ombra della guerra

L’Ombra della Guerra non avrà più le microtransazioni