Un emulatore ti fa vivere Dante’s Inferno come mai prima d’ora

Dante's Inferno, Dante

Se siete fra coloro che hanno adorato affrontare le forze infernali in Dante’s Inferno allora questa è la notizia che fa per voi: da oggi infatti potrete gustare il titolo Visceral Games su PC in uno splendido formato 4K a 60 fps grazie alla sua nuova versione per RPCS3, emulatore di titoli PlayStation 3 per personal computer.

Il gioco è stato reso disponibile sulla piattaforma-attiva dal 2014- nel 2017, ma grazie ad alcuni aggiornamenti e migliorie oggi è possibile gustarlo su PC al massimo delle sue possibilità.

Per i giocatori più giovani, ricordiamo che Dante’s Inferno (2010) racconta una versione fantastica e gustosamente dark-action della prima cantica della Divina Commedia: il Dante del gioco è infatti un templare di ritorno dalla Terra Santa che trova la sua Beatrice assassinata, e intraprende una missione epica negli inferi per salvare l’anima della sua amata.

Il tutto condito da combattimenti furiosi in uno stile molto vicino a quello Devil May Cry, ma con il “vero” Dante*.

Che aspettate a dargli una chance?

*Cioè non proprio il vero, però almeno siamo nel medioevo, no?

Ecco il trailer:

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE The Dark Side of Gaming

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

nintendo playstation

La Nintendo Play Station è stata venduta all’asta per 360.000 dollari

vendite di switch e ps4 aumentate in corea dopo il coronavirus

Effetto Coronavirus: vendite PS4 e Switch aumentate in Corea Del Sud