Leakato un filmato di gameplay di Godfall

godfall

Durante i Game Awards del mese scorso, Gearbox Software ha rivelato che pubblicherà un “looter-slasher” chiamato Godfall, sviluppato da Counterplay Studios. Il titolo ha fatto molto parlare di sé per essere il primo gioco confermato ufficialmente ad arrivare su Playstation 5, la console next-generation di Sony destinata ad arrivare sugli scaffali dei negozi durante le vacanze del 2020.

Il titolo, previsto per le vacanze 2020, è al momento uno dei pochi prodotti ad avere dotati di trailer specificatamente costruiti su per la nuova console di gioco. Al giorno d’oggi, in seguito alla fuoriuscita di un frammento di gameplay su Reddit, abbiamo anche il primo scampolo di quello che sarà il primo gameplay made in PS5 (o almeno così crediamo) della storia.

Come dite? Ne avete abbastanza di Destiny e volete qualcosa che risponda alla definizione di killer application per Playstation 5?
Per il momento non abbiamo niente del genere in programma, però nel dubbio un’occhiata al gameplay di Godfall datela comunque perché c’è il rischi oche sia in grado di prendere più gente rispetto a quella conquistata dalle meccaniche delle epopee Bungie.

Godfall: ecco il primo filmato di gameplay.

Un breve frammento di materiale di gioco per Godfall è ora trapelato online. Il piccolo filmato è apparso inizialmente su Reddit e sembra essere tratto da un trailer interno a Counterplay Games, mostrato ad un certo punto del 2019.

Il filmato di gameplay in questione potrebbe provenire sia dalla versione Playstation 5 del gioco che dalla versione PC, in entrambi i casi abbiamo a che fare con un titolo molto appariscente dal punto di vista visivo. Da ciò che è possibile vedere, il sistema di illuminazione che regola la luce all’interno del gioco sembra essere di assoluto prim’ordine, con effetti visivi e particellari di grandissima qualità. C’è meno da gridare al miracolo per quanto riguarda i modelli poligonali, migliori di quelli odierni ma in linea con quelle che potrebbero essere le produzioni di fine vita della Playstation 4.

Il filmato mostra anche uno scampolo del sistema di combattimento corpo a corpo che caratterizzerà il prodotto finito; il titolo sembra possedere un sistema di combattimento non particolarmente veloce e simile alle dinamiche ai ritmi di un soulslike, anche se non vogliamo scommettere sull’esistenza di stamina e meccaniche da gioco di ruolo. Niente azione stilosa come in Devil May Cry V o in Bayonetta, niente schivate al fulmicotone o spadate supersoniche; il gameplay mostrato mostra dei colpi devastanti con effetti luminosi e incantesimi elementali; niente di nuovo ma niente di cui lamentarsi.

Godfall sembra essere ambientato all’interno di un mondo fantasy. Il titolo vede il giocatore nei panni di un membro dell’Ordine dei Cavalieri, organizzazione che si prefigge il compito di rallentare l’avanzata dell’apocalisse. Il titolo può essere giocato sia da soli che in squadra, con gruppi di massimo tre giocatori. Le ambientazioni al momento conosciute sono i regni elementali della terra, dell’acqua, dell’aria, del fuoco e dello spirito. Il gameplay sembra fondere le meccaniche looters di titoli come Borderlands, Diablo o Destiny ad un sistema di combattimento all’arma bianca sinora quasi completamente inaudito nel genere.

Cosa porterà Godfall all’interno del panorama videoludico Next Gen?
Un Game As A Service diverso nell’aspetto ma identico nel contenuto rispetto ai vari Warframe/Destiny e chi più ne ha più ne metta. Il titolo è riuscito a risalire alla ribalta dei riflettori più per essere incidentalmente il primo videogioco PS5 che per altro, specie rispetto alla bontà dell’evento in cui è stato mostrato per la prima volta. Non mancheremo in ogni caso di informarvi su tutte le caratteristiche del titolo appena ci sarà qualcosa di reale da dire al riguardo.


[UPDATE: ecco il filmato di gameplay nella sua interezza]

Vi ricordate il trailer di cui abbiamo parlato nella news di cui sopra?
Beh, è stato rilasciato interamente ed è disponibile su youtube a praticamente tutta l’utenza del mondo.

Appena dopo la release del trailer la pagina twitter ufficiale di Godfall ha spiegato la natura del contenuto.

Il trailer stesso era ad uso interno e vecchio di circa un’ anno. Il trailer era relativo alla versione PC del titolo e non alla versione Playstation 5. Counterfeit Games in ogni caso si è definita felice per l’eccitazione e per l’hype intorno al titolo, promettendo di tornare a parlarne al pubblico prima o poi.

Il filmato completo, della durata di un minuto, mostra qualche scampolo in più di gameplay ed ambientazioni. L’art style utilizzato per il titolo sembra veramente interessante, mischiando high fantasy ad un pizzico di tecnologia per quanto riguarda la struttura delle armature e delle armi.

Meno convincente è il battle system, privo del’impatto che invece è proprio di giochi molto più blasonati; i dubbi espressi guardando i secondi leakkati precedentemente in sostanza permangono ma le spiegazioni di Counterfeit controbilanciano il tutto; poiché il titolo ha ancora più di dieci mesi di sviluppo davanti a sé, probabilmente all’uscita ci ritroveremo qualcosa di decisamente più raffinato e dettagliato.

Rimangono perfettamente intatte le belle parole spese a descrivere la bontà del sistema d’illuminazione, davvero all’avanguardia ed in grado di far avvicinare questo videogioco alla prossima generazione videoludica invece che a quella attuale.



Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

Studio Ghibli, Netflix

Netflix: in arrivo 21 film dello Studio Ghibli (ma non in Nord America e Giappone)

come ottenere medaglie d in dbz kakarot

[Guida] Dragon Ball Z: Kakarot | Come guadagnare tante Medaglie D