Pubblicato in: News

Horizon Zero Dawn arriva su PC (e forse non solo lui)

Horizon Zero Dawn ha rappresentato uno dei giochi-simbolo dell’evoluzione grafica del medium negli ultimi anni, e oggi diverse fonti battono notizia di un vicino porting del gioco su PC, notizia avvalorata da un articolo e da diversi tweet del reporter di Kotaku Jason Schreier.

Va detto che rumors in trapelate nel dicembre scorso non sarebbero sembrate così folli dato l’apparato visivo molto sofisticato. C’era solo un problema, come giustamente avevamo sottolineato nel riportarli: a rendere improbabili le ipotesi in merito-messe in campo all’epoca dal giornalista russo Anton Logvinov-c’era il fatto che fino a oggi la politica di Sony è stata quella di dedicare gli sforzi dei suoi studi interni (quale è quello di Horizon, Guerrilla Games) allo sviluppo di titoli per PlayStation.

Schreier, firma autorevole di Kotaku, basandosi su ciò che gli avrebbero riferito tre persone che conoscono i piani di Sony, ma che preferirebbero rimanere anonime non essendo autorizzate a parlare con la stampa (“This news comes from three people familiar with Sony’s plans, all speaking anonymously because they were not authorized to talk to press”) si è detto sicuro che Horizon arriverà su PC nel corso dell’anno e che sarà disponibile sia su Steam che su Epic Games Store.

Un annuncio interessante, ma che potrebbe avere conseguenze ben più grandi…

Sony: nuova strategia?

Il lato interessante dell’indiscrezione di Schreier arriva però dopo la pubblicazione della notizia, nel corso di uno scambio di tweet riportato da DSOGaming.

Poco dopo la news, il reporter di Kotaku ha affermato di essere sicuro che Horizon non sarebbe l’unico gioco Sony in corso di porting, e accenni di questo tipo sono arrivati a strettissimo giro anche da Tom Philips di Eurogamer.

So why only this one game?— BokaLoka320 (@BokaLoka32O) 16 gennaio 2020

I don’t think it’ll be the only one!— Jason Schreier (@jasonschreier) 16 gennaio 2020

Horizon on PC is a start, but Microsoft is still a long way ahead of PlayStation making a serious move to a platform agnostic future. Argue your games are worth more than slapping in a sub, sure, but the future is everyone being able to access great games wherever they play— Tom Phillips (@tomphillipsEG) 16 gennaio 2020

Uno scenario che potrebbe lasciar intuire un vero e proprio terremoto sul mercato e, forse, un sensibile avanzamento di Sony sui competitor: si parlerebbe tranquillamente dell’arrivo su PC di giochi come God of War, Uncharted 4 o The last of us.

E’ a questo punto che entra in scena l’ipotesi di Schreier, che descrive quella che lui pensa possa essere la strategia di Sony per i prossimi anni.

Decima Engine è la mossa vincente di Sony?

L’idea sarebbe infatti che il colosso nipponico stia cercando di uscire dall’ottica delle esclusive PlayStation, con l’obiettivo di contrastare una Microsoft che, attraverso una Xbox Scarlett che promette per il futuro un sempre più stretto legami fra pc e console gaming, potrebbe divenire un avversario pericoloso.

Insomma: se Microsoft vuole la guerra faremo la guerra, che guerra sia.

Ultimo tassello del puzzle arriva da alcune considerazioni di Schreier in merito a uno dei mezzi tecnici attraverso il quale la mossa di Sony sembrerebbe svilupparsi: Ultima Engine, motore grafico utilizzato da Guerrilla Games per Horizon Zero Dawn, ma anche da Kojima Productions per Death Stranding-non a caso, forse il porting più “clamoroso” dell’ultimo periodo videoludico.

A questo punto Schreier ricorda anche come proprio Kojima Productions abbia collaborato strettamente con Guerrilla per l’implementazione di Decima nel suo titolo post-apocalittico, il tutto all’interno dell’orbita Sony.

Che il gigante nipponico pensasse già allora a un’unione virtuosa di menti contro Microsoft?

Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore. Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman. Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood). Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play. È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

Disqus Comments Loading...
Share

Recent Posts

Mega Man Zero/ZX Legacy Collection |Recensione (PS4)

Al giorno d'oggi, si sa, l'industria videoludica corre a velocità altissime, con nuovi franchise in…

Xbox Series X tra 120 fps, 12 teraflops di potenza e funzioni esclusive

La nuova console di Microsoft avrà dalla sua 12 TF di potenza, un SSD tutto…

Infliction – Extended Cut | Recensione (PS4)

Già disponibile su PC, Infliction torna con la Extended Cut, la versione pensata per le…

Indovinate: perché Kojima Productions salterà la GDC 2020?

Kojima Productions ha annunciato che salterà la games developer conference di quest'anno a causa delle…

Cd Projekt Red è diventata la più grande software house europea (dopo Ubisoft)

Negli ultimi mesi CD Projekt Red ha registrato un incremento complessivo del valore del suo…

Fallout New Vegas diventa una mappa di CoD: Black Ops 3 grazie a una mod

In giochi con una forte componente online come i Call of Duty è molto importante…