Resident Evil 3 e Resident Evil Resistance non sono collegati in alcun modo

resident evil 3 e resistance non sono collegati

Dopo l’enorme successo di Resident Evil 2 in formato remake, Capcom rilascerà ad aprile la versione moderna e rivisitata di Resident Evil 3, titolo che ha come icona assoluta il temibile Nemesis. Quando fu annunciato un nuovo capitolo con il nome in codice Project Resistance, non pochi temettero che il tanto desiderato remake del terzo capitolo potesse in realtà non esistere o venire ridimensionato per dare spazio a un titolo multiplayer.

Quando poi fu annunciato che avrebbero fatto parte dello stesso pacchetto, molti hanno cercato di capire quale collegamento potesse vigere tra i due giochi. La risposta al dubbio ci viene fornita dai produttori del gioco, Peter Fabiano e Masao Kawada, i quali, durante un’intervista a Famitsu, hanno dichiarato che Resident Evil 3 e Resident Evil Resistance non hanno alcun tipo di legame.

I due capitoli condivideranno un’ambientazione, entrambi ruoteranno intorno alla tematica della “fuga”, nient’altro, perché non esiste connessione tra le vicende di Jill Valentine e quelle dei protagonisti del gioco multiplayer i quali, tra l’altro, saranno del tutto inediti. Non è da escludere che in Resistance possano esserci incontri con personaggi già noti ai fan, tuttavia questi non indicano un collegamento forte tra RE3 e Resistance.

A rimarcare l’assenza di una correlazione tra i due episodi della saga Capcom, ci sono, ad esempio, le liste trofei del tutto diverse che non condividono neanche un bronzo. Averli inseriti nella stessa “offerta ludica” è solo una questione di completezza, la volontà di non rilasciare due titoli della stessa serie a poca distanza l’uno dall’altro.

Ricordiamo che RE3 uscirà il 3 aprile e che, stando alle parole del team di lavoro, lo sviluppo è quasi completo, arrivato ormai al 90%.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

elden ring mostrato al taipei game show

Elden Ring verrà mostrato da Sony al Taipei Game Show

pokémon mistery dungeon dx annuncio ufficiale

Annunciato Pokémon Mistery Dungeon Rescue Team DX