Cyberpunk 2077 tra contenuti aggiuntivi e l’annuncio della modalità multiplayer

Cyberpunk 2077

Cd Projekt Red, con una serie di tweet sul suo profilo social ufficiale, ha confermato quella che prima era solo una delle molteplici speranze che permeano gli spiriti degli appassionati: Cyberpunk 2077, il titolo su cui attualmente sta lavorando, avrà una modalità multigiocatore che arriverà solo in seguito al lancio del gioco e dei DLC single player, alcuni dei quali saranno gratuiti.

L’idea della modalità multigiocatore, come scoprirete leggendo questo articolo, era già balenata più volte in testa a CD Projekt Red nel corso dello sviluppo del titolo ma solo con questa coppia di tweet è stata ufficialmente confermata.

Come potrebbe funzionare una modalità multigiocatore all’interno di Cyberpunk 2077?
Quando arriverà?
Queste e altre domande troveranno risposta all’interno del nostro articolo, buona lettura!

CD Projekt Red ha ufficialmente iniziato a sviluppare la modalità multigiocatore di Cyberpunk 2077.

Le notizie riguardanti l’arrivo di una modalità multiplayer in quel di Cyberpunk 2077 risalgono a metà 2018, quando CD Projekt Red iniziò a cercare delle figure specializzate per quanto riguarda la costruzione di un infrastrutture online per il titolo; all’epoca era lecito pensare più all’inserimento di un multiplayer asimmetrico come quello di Dark Souls più che ad una modalità multiplayer con tutti i crismi del caso ma il recente annuncio fatto dalla compagnia ha chiaramente scombussolato le carte in tavola.

Cyberpunk 2077 uscirà ad Aprile 2020 ed avrà dei DLC gratuiti e dei DLC riguardanti la modalità Single Player; dopo aver dato a tutti i giocatori questi contenuti la software house si concentrerà nel rilasciare una modalità multigiocatore. Da quanto si legge nel tweet, la modalità multigiocatore di Cyberpunk 2077 è stata per lungo tempo semplicemente in fase di ricerca e sviluppo e solo ultimamente è passata alla fase successiva, quella dello sviluppo vero è proprio.

Cd Projekt Red ha anche iniziato ad assumere un’intero team di nuove persone per poter lavorare su questa nuova modalità, come è possibile trovare sulla pagina relativa alle carriere che è possibile intraprendere all’interno della compagnia polacca; la modalità multiplayer in sostanza sta venendo costruita da zero ed avrà, plausibilmente, dei contenuti esclusivi vista la richiesta di posizioni come il 3D Character Artist.

cyberpunk 2077 multiplayer jobs

Le cose che risultano da questi annunci e questi dati sono piuttosto chiare: il titolo di CD Projekt Red sarà completamente improntato sulla sua componente single player ed il multiplayer è solo un aggiunta che sta venendo fatta per poter dare maggiore longevità (sopratutto dal punto di vista economico/commerciale) ad un gioco che rischia altrimenti di esaurisi entro i canonici tre mesi dalla release. Il fatto che la modalità multigiocatore sia stata sviluppata soltanto a partire da un anno prima dell’arrivo è sintomo di come la forza lavoro della compagnia sia stata completamente concentrata sulla risoluzione dei problemi e sulla creazione dei contenuti relativi alla modalità a giocatore singolo.

Ciò che rimane da chiedersi è semplice: come sarà la modalità multigiocatore di Cyberpunk 2077?

Multiplayer su cyberpunk 2077? E come?

Cyberpunk 2077

Per postulare e teorizzare il multiplayer di Cyberpunk abbiamo chiesto al più esperto in redazione sul tema, il nostro capo Daniele che alla domanda “multiplayer su cyberpunk? Come lo faranno?” banalmente mi ha risposto:

“Guarda, Cyberpunk 2077 deriva dal gdr Cyberpunk 2020, un gioco altamente di squadra e poco individualista.
I ragazzi di cd projekt red hanno lavorato moltissimo sull’ambientazione, scenografia e stesura verticale e orizzontale della mappa di Night City, tecnicamente ogni zona avrà una corporazione o delle organizzazioni al suo interno. Fondamentalmente immagino una struttura pvp tra giocatori di diverse fazioni che si contendono zone o missioni di qualsiasi tipo.”

Per i nostri lettori consiglio di leggere la guida al gdr cyberpunk 2020 e andare alla sezione “spunti di gioco”, Antonio ha dato alcuni spunti e immagino che possiate iniziare a fantasticare”

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

FabCon

FabCon 2019: la convention ludica più antica delle Marche dal 12 al 15 settembre a Fabriano

giocatore overwatch livello 4000

Overwatch | Dal Direct l’arrivo su Switch