Tra le tante ragioni per il quale Epic Games Store fa innervosire le persone, Shenmue III trova sicuramente un posto sul podio. Nel caso vi foste persi un pezzo, sappiate che se avete finanziato il gioco di Yu Suzuki su Kickstarter e richiesto la versione PC, potrete ottenerla solo su Epic Games Store in quanto quest’ultimo ha stretto un (ennesimo) accordo di esclusiva temporaneo della durata di un anno. Se la cosa non vi sta bene, c’è ora una soluzione piuttosto amara ma comunque gradita.

Epic pagherà di tasca propria

 

 

“Rimborsi” e “Kickstarter” sono due parole che vanno sempre poco d’accordo a causa delle politiche poco chiare offerte dalla piattaforma di crowdfunding e le (ovvie) difficoltà nel restituire fondi da parte dei progetti coinvolti, dal momento che questi sono effettivamente utilizzati per lo sviluppo del progetto. Di solito, le richieste di rimborso vengono effettuate da parte dei sostenitori per progetti il cui sviluppo viene ritardato eccessivamente nel corso del tempo, ma in questo caso la situazione è totalmente nuova. Al fine di salvaguardare l’interesse dei fan di Shenmue, così come la continuità del progetto, Epic si è resa disponibile a ridare i soldi a qualunque persona abbia pagato per la versione PC di Shenmue III su Kickstarter qualora venisse richiesto un rimborso.

Il fatto è confermato da Tim Sweeney (CEO di Epic) stesso attraverso Twitter, aggiungendo inoltre che “qualora futuri giochi diventeranno esclusive Epic dopo aver promesso  ricompense ai crowdfunder su altri store PC, ci organizzeremo per coordinarci coi colleghi delle altre piattaforme per assicurare la disponibilità di chiavi in anticipo, o garantiremo rimborsi sin dal momento dell’annuncio“. Nello specifico caso di Shenmue III, inoltre, lo sviluppatore Ys Net ha pubblicato un update sulla pagina del progetto dove spiega che sarà inoltre possibile richiedere di poter cambiare la versione PC con quella PS4 qualora si desideri ciò.

Se siete tra coloro che si chiedono perché Epic continui a firmare esclusive e far arrabbiare gli utenti, vi invitiamo a leggere questo nostro precedente articolo dove Tim Sweeney spiega le ragioni della politica di Epic Games.

>> Leggi Anche :Il fondatore di Epic Games difende il suo store“<<

 

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!