[Aggiornamento] Cyberpunk 2077: tante novità sulle armi

tutte le armi presenti in cyberpunk 2077


Dopo la sfavillante e folgorante presentazione avvenuta in occasione della conferenza Microsoft in occasione dell’E3 2019, CD Projekt Red ha rilasciato tutta una serie di dettagli sul suo prossimo ed ambizioso progetto: Cyberpunk 2077. Libertà di azione e di movimento, possibilità di personalizzazione, sviluppo e bivi narrativi; inutile dire che il nuovo progetto dello studio polacco sarà inevitabilmente paragonato al suo illustre predecessore: The Witcher 3.

Ebbene, se pensavamo che il developer avesse toccato la vetta con l’ultima avventura di Geralt di Rivia, Cyberpunk 2077 è destinato a farci ricredere su tutta la linea. In una recente intervista, il director del gioco ha dichiarato che ciò che vedremo nella prossima fatica dello studio polacco sarà una vera e propria evoluzione di quanto toccato con mano in The Witcher 3, soffermandosi soprattutto su uno degli aspetti più chiacchierati del gioco: le armi.

Cyberpunk 2077: armi e possibilità di personalizzazione

In questi ultimi mesi, CD Projekt Red ha svelato diversi dettagli sul Cyberpunk 2077, partendo dalla possibilità di intraprendere relazioni amorose, come dei veri Don Giovanni, passando al sistema delle scelte, che andranno ad influenzare il gameplay, finendo con la vera e propria assenza di un “sistema morale”, invece presente in The Witcher 3.

Inutile sottolineare quanto il terzo capitolo della saga che ha reso noto lo studio polacco nel mondo sia un paragone praticamente costante, quasi onnipresente. The Witcher 3 è infatti diventato un punto di riferimento praticamente obbligato per qualunque creativo che intendesse sviluppare un RPG.

Ebbene, a questo proposito Mateusz Tomaszkiewicz, director del gioco, in un’intervista recentemente rilasciata, ha dichiarato che, in Cyberpunk 2077, il giocatore avrà una libertà pressoché totale, potendo contare su una varietà di opzioni sin dalle battute iniziali della trama. In particolare, Tomaszkiewicz si è soffermato sul roster delle armi.

“Potrete personalizzare le armi in molti modi. Potrete collegare dei mirini, puoi collegare silenziatori, ed altre cose del genere. Quanto ora detto si basa, ovviamente, sulla singola arma presa in considerazione e su quanti slot per miglioramenti ha a disposizione. Per quanto riguarda il numero di tipi di armi che abbiamo inserito nel gioco, ne ricordo solo una parte. Ma ne abbiamo inserite molte. Quindi ci saranno armi da mischia: katana, martelli, coltelli, nanofili.

Questi ultimi saranno un elemento di fondamentale importante, in quanto potranno sia essere utilizzati per combattere, che per hackerare persone o dispositivi in remoto, se sceglierete di essere un Net Runner. Oltre a questo abbiamo un buon numero di armi a distanza: abbiamo pistole pesanti, pistole leggere, mitragliatrici leggere, revolver, fucili da cecchino.”

Più utilizzerete un’arma, più questa diventerà efficiente

Uno dei più importanti aggiornamenti riguardanti le armi presenti in Cyberpunk 2077 proviene direttamente da Miles Tost, il level designer del titolo CD Projekt Red. Stando alle parole da lui rilasciate nel video diffuso tramite il profilo Twitter ufficiale del videogame, più utilizzeremo una determinata arma, più grande sarà la confidenza che il nostro corpo bionico acquisirà con essa e, quindi, maggiore sarà la sua efficacia.

In cosa consiste la maggiore efficacia di un’arma? In pratica, più utilizzerete un pezzo del vostro arsenale, più aumenterà, ad esempio, la velocità di ricarica, l’accuratezza della mira, il vostro protagonista andrà ad impugnarlo in una maniera sempre più consona, e addirittura cambieranno le stesse animazioni legate all’arma.

L’unico termine di paragone che ci viene in mente è con la serie di Borderlands, in cui era effettivamente possibile acquisire dei miglioramenti per le nostre armi, ma solo grazie all’esperienza acquisita con le varie uccisioni. Cyberpunk 2077 ricalcherà questo schema? Lo scopriremo soltanto a gioco uscito.

Tanti neon e… false pubblicità!

Avete mai visto Blade Runner? E ricordate tutti quegli sfavillanti cartelloni pubblicitari 3D e le insegne al neon presenti in ogni angolo della città? Bene, perché sembra proprio che anche in Cyberpunk 2077 troveremo qualcosa di simile.

Sempre tramite il profilo Twitter del gioco, apprendiamo da Kasia Redesiuk, una degli art director del team di sviluppo, che sono attualmente in lavorazione tantissime pubblicità finte da inserire nel videogame, di cui qualcuna sarà destinata a far discutere. Senza voler fare spoiler, vi consigliamo caldamente di vedere il video in allegato per farvi un’idea.

Non ci resta, quindi, che attendere l’uscita ufficiale di Cyberpunk 2077, prevista per il prossimo 16 Aprile 2020, per Playstation 4, Xbox One e PC.

Restate sintonizzati per ulteriori aggiornamenti in merito.

 

 

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

hearthstone tutte le news sul gioco di carte della blizzard

Hearthstone

LARP a night with... Umberto Francia - Eryados

LARP: A Night With… Umberto Francia – Eryados