Siamo nel periodo dell’anno in cui le grandi compagnie rilasciano pubblicamente i report finanziari che analizzano il loro andazzo nel corso dell’ultimo anno passato; tra questi report quello di Square Enix al suo interno rilascia una serie di dati piuttosto interessanti.

Il futuro della compagnia di Final Fantasy sembra infatti costellato da nuove proprietà intellettuali su cui investire in modo costante, in modo da poter ottenere un ricavo quanto più elevato possibile.

Una dichiarazione agrodolce per gli appassionati che potrebbero trovarsi davanti un sacco di nuovi giochi di pregevoli fattura come un sacco di nuovi giochi esattamente non esaltanti, specie se consideriamo che le ultime due IP importanti realizzate da Square Enix, Left Alive e The Quiet Man, sono diventate famose per aver praticamente ricevuto voti barbini dalla critica mondiale.

Vediamo più nel dettaglio cosa c’è all’interno del report finanziare di Square Enix

Il futuro di Square Enix

Final Fantasy VII Remake

Il report realizzato da Square Enix è disponibile gratuitamente a questo link e da una buona panoramica della situazione economica dell’azienda.

Per cercare di massimizzare i profitti nel corso dei prossimi anni, strategia che plausibilmente qualsiasi azienda videoludica sta attuando al momento, il publisher nipponico ha ideato una strategia che si divide in quattro grandi frangenti:

  • Intrattenimento digitale
  • Svago
  • Editoria
  • Merchandise

Dal punto di vista dell’intrattenimento digitale, argomento di maggiore interesse per noi appassionati di videogiochi, la compagnia nipponica ha intenzione di rinnovare il suo portfolio di videogiochi creando nuovi titoli che  andranno a sommarsi con le vendite digitali dei videogiochi già presenti nel catalogo; questi nuovi titoli avranno una crescita definita sostenibile dalla compagnia stessa.

Non ci è dato sapere se la parola sostenibile fosse riferita all’introduzione delle gimmick tipiche dei games as service.
È praticamente certo che questi nuovi titoli saranno dei tripla A che saranno rilasciati con una cadenza praticamente regolare.

La mente vola subito verso Final Fantasy VII Remake, IP già nota al pubblico ma che perfettamente potrebbe adattarsi alle definizioni di cui sopra: il videogioco con protagonista Cloud sta impegnando moltissime risorse alla compagnia e uscirà in forma episodica, una plausibile strategia adottata da Square Enix per rendere sostenibile la realizzazione di un titolo così esoso.

Square Enix tra vecchie e nuove proprietà intellettuali.

Il report segnala anche che la compagnia è intenzionata a investire su proprietà intellettuali completamente nuove, destinate a rinnovare e a impreziosire (così si spera) un portfolio che al momento non è davvero male. La compagnia ha a disposizione un sacco di IP importanti che hanno una storia piuttosto articolata dietro: Tomb Raider, Just Cause e Dragon Quest sono solo alcuni dei nomi Square Enix potrebbe utilizzare per generare qualche introito.

Questi brand nel corso dello scorso anno e del precedente ancora hanno rappresentato il grosso della produzione della compagnia, non riuscendo ad arrivare al successo notevole di Final Fantasy XV ma aiutando i ricavi complessivi a crescere.

Il 2019 sarà caratterizzato dall’uscita di re-release particolari di titoli già noti, come la versione Switch dell’ultimo Dragon Quest chiamata “Dragon Quest XI Echoes Of An Elusive Age Definitive Edition S“o la versione PC di Octopath Traveler annunciata qualche settimana fa.

Octopath Travaler Square Enix

Per scoprire con più chiarezza quali saranno le intenzioni di Square Enix saremo costretti ad aspettare l’atteso E3 2019, evento in cui la compagnia si preparerà a tirare fuori il nuovo attesissimo materiale riguardante Final Fantasy VII Remake (tra cui speriamo anche una data di rilascio).

Guardando le proiezioni che la compagnia ha fatto in merito ai ricavi che otterrà nel corso del prossimo anno fiscale è legittimo pensare che quest’ultimo titolo sia destinato a venire fuori nel primo quarto dell’anno fiscale 2020, ovvero da Aprile a Luglio 2020.

Al momento la compagnia avrebbe numerosi seguiti interessanti da proporre per guadagnare soldi e appassionati: un nuovo capitolo della saga di Deus Ex, ad esempio, sarebbe estremamente gradito visto che sono passati tre anni da Deus Ex Mankind Divided; anche un nuovo capitolo di Final Fantasy sarebbe interessante da annunciare, come progetto a lunghissimo termine mentre aspettiamo l’arrivo di tutti gli episodi di Final Fantasy Vii Remake.

Nel frattempo, come giocatori, possiamo prepararci a rimetterci nuovamente al lavoro sui sopracitati Octopath Traveler e Dragon Quest, trovando anche dei ritagli di tempo per giocare a Oninaki, il nuovo progetto di Tokyo RPG Factory.

5/5 (1)

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!