Final Fantasy XIV, l’MMO di Square Enix, è attualmente disponibile solo su PlayStation 4 e PC, ma il titolo potrebbe arrivare anche su Xbox One e Nintendo Switch.

Parlando con GameSpot, il director Naoki Yoshida ha detto che le versioni per Xbox e Switch sono assolutamente possibili. Ha affermato, infatti, che le trattative con Microsoft e Nintendo, così come con Google, sono attualmente in corso.

Yoshida ha sottolineato che Final Fantasy XIV ha bisogno di supportare il cross-play per unire le fanbase di ogni piattaforma in modo da offrire la miglior esperienza possibile. Ora che Sony, oltre a Nintendo, sta iniziando a consentire il cross-play con le piattaforme concorrenti per giochi come Fortnite e Rocket League, sembra più probabile che mai che Final Fantasy XIV arrivi su nuove console.

I colloqui con i titolari della piattaforma stanno andando avanti. La filosofia fondamentale su Final Fantasy XIV è che vogliamo che diventi un titolo multipiattaforma e compatibile con qualsiasi dispositivo e hardware possibile. Finché i nostri intenti sono simili a quelli dei titolari degli hardware su cui vogliamo portare FF XIV, possiamo davvero concentrarci su questo, quindi la possibilità è abbastanza alta.

Quindi stiamo parlando con Nintendo, Microsoft e Google, ovviamente, non possiamo dire nulla al momento perché siamo ancora in trattative, ma una volta che avremo i dettagli potremo fare un annuncio. Stiamo negoziando con tutte queste piattaforme.

Durante l’intervista, Yoshida, ha ripetutamente menzionato l’intenzione di Square Enix di voler portare Final Fantasy XIV Online al maggior numero di persone possibile. Ha già più di 14 milioni di giocatori registrati e il lancio del gioco su Xbox e sistemi Nintendo non farebbe altro che aumentare ulteriormente la fama del gioco. A Yoshida, poi, è stato chiesto se Square Enix potesse prendere in considerazione l’abbandono della quota di iscrizione mensile del gioco a favore di un modello di business free-to-play, nel tentativo, appunto, di aiutare il gioco a raggiungere ancora più utenti.

La sua risposta è stata la seguente:

F2P non è un cattivo modello, però, giocatori lo provano e poi se ne vanno. Per Final Fantasy XIV, vogliamo che i giocatori ci passino un po’ di tempo affinché il gioco diventi interessante nel tempo. Se passiamo al F2P con il design attuale del gioco, la community si allontanerà, quindi non sarà stata una buona scelta. Se dovessimo passare a un modello F2P, dovremmo ricreare da zero il design del gioco. Cambiare semplicemente in FP2 ora non è una buona decisione di progettazione del gioco, non è una buona direzione.

Cosa ne pensate di un Final Fantasy XIV su Switch e sulla console Google? E siete d’accordo sul fatto che la formula F2P non sia una buona direzione per il gioco?

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!