Il mondo che il Clan Gruul dipinge è un mondo selvaggio, proprio come la natura che essi vogliono preservare ad ogni costo. Il mondo dell’ecologia è uno degli aspetti portanti della cultura dei gruul, una delle dieci gilde che coesistono all’interno del piano di Ravnica. Il Compito dei Gruul, prima del grande cambiamento, era quello di vigilare sulla civiltà contrappendola con forza alla natura selvaggia e alla forza della semplicità, battaglia che la gilda ha tristemente perso e per cui si è trovata a modificarsi in modo particolarmente radicale.

Le terre selvagge che il clan Gruul voleva difendere a tutti i costi sono state pian piano smantellate e abbattute e i compiti della gilda si ridussero in modo drastico. I Gruul furono privati delle loro responsabilità e queste ultime furono divise tra tutte le altre gilde del piano. La natura venne controllata dall’ Alleanza Simic, gilda da sempre dedita alla scienza più assoluta che tentò di stabilire il futuro della flora e della fauna; il conclave Selensya sfruttò la natura come argomento principale per le loro prediche all’interno della loro sfera di influenza. Il Clan Gruul, etichettato come selvaggio e inutile, fù sfiduciato dal Consiglio Azorius e successivamente abbandonato dai Boros, altrimenti protettori del gruppo. In tutto questo arrivarono gli Orzhov che deciso di prenderli e schiavizzarli pian piano, al fine di ottenere un vantaggio di potere sul resto delle gilda del piano.

I Gruul, maltrattati e sfruttati, deciso di reagire e iniziare a muoversi vero un piano privo di ogni simbolo di civiltà, comportandosi in pratica alla stregue di un branco di barbari in epoca romana. Il Clan si spostava di zona in zona ,distruggendo ogni forma di civiltà, conquistando e sprecando qualsiasi tipo di risorsa per lasciare dietro di loro soltanto il nulla più assoluto, niente che potesse essere utilizzato dagli altri Clan.

Oggi andiamo a vedere un mazzo bicolore che rispecchia in pieno la cultura e lo stato mentale dei Gruul, un mazzo selvaggio e violento che vuole semplicemente abbattere qualsiasi tipo di avversario si trovi davanti attraverso l’utilizzo del metodo che meglio conosce: la forza bruta più pura. Andiamo insieme a salutare Gruul Midrange, un nuovo mazzo da analizzare utilizzabile anche all’interno di MTG Arena senza particolari problemi vista la sua natura quasi budget.

Lista Gruul Midrange

Come ogni mazzo Gruul che si rispetti, questo Gruul Midrange presenta un’ elevata quantità di creature dal notevole potere offensivo intervallate da botti di varia natura. Il mazzo per cominciare presenta il classico set di spari variopinti tra cui Shock, Lava Coil e Lightning Strike; oltre a queste spell egli contiene anche delle copie di Collision // Colossus, carta versatile con buttare giù draghi molesti o vincere improvvisamente dei chumpbloccki grazie al +4/+2 e travolgere per 2 mana.

Le creature sono il cuore pulsante del mazzo e più o meno fanno tutte quante parte della stessa grande famiglia: non particolarmente costose ma estremamente arrabbiate con il prossimo. Siege-Gang Commander ad esempio per cinque mani crea una notevole presenza sul board con tre pedine goblin che possono essere sparate in faccia all’avversario per l’occasione, Rekindling Phoenix rimane una delle carte più forti in assoluto per i mazzi basati sul rosso grazie alla sua resilienza e alla sua capacità di riportarsi a casa una partita in cinque turni di vita dell’avversario.

Gruul Spellbreaker è un buon modo per vincere i mirror match, grazie alla sua abilità che dona anti-malocchio a creatura e proprietario; a questo possiamo poi aggiungere l’abilità rivolta che rende la carta più versatile di quanto sarebbe potuto sembrare in primo luogo. O ci si ritroverà per le mani con un 4/4 a costo tre dotato di potere  travolgente o di un rapido 3/3 in grado di mettere pressione o abbattere pezzi importanti all’avversario costringendolo a bloccare. Carte come Growth-Chamber Guardian aiutano a scremare il mazzo, altrimenti costretto al top deck molto rapidamente vista l’assenza di motori di pesca e carte come Goblin Chainwhirler aiutano il mazzo a sopravvivere in caso di scontri contro i mazzi più aggressivi presenti nel formato standard di MTG Arena.

Il Dire Fleet Daredevil è una piccola chicca che permette a chi gioca di riciclare i botti e in generale moltissime spell dell’avversario lanciandogliele contro a tutta velocità; il fatto che abbia anche first strike lo rende una creatura in  grado di riportarsi a casa anche qualche scalpo entro fine partita.

Il mazzo presenta una manabase composta da ben ventiquattro terre, moltissime non-basiche e solo quattro con scopi particolari: oltre infatti alle solite terre bicolore troviamo quattro copie di Unclaimed Territory con cui possiamo chiamare la tribù Goblin e assicurarci il mana per alcune delle carte più importanti dell’intero mazzo; queste terre sono comunque riducibili visto che alcuni potrebbero andare facilmente in flood.

 

2Lightning Strike
4Rootbound Crag
9Mountain
1Forest
4Shock
2Lava Coil
4Growth-Chamber Guardian
4Gruul Spellbreaker
4Zhur-Taa Goblin
2Collision // Colossus
2Gruul Guildgate
4Stomping Ground
4Goblin Chainwhirler
3Siege-Gang Commander
3Dire Fleet Daredevil
4Rekindling Phoenix
4Unclaimed Territory

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!