Continuano le pesanti manovre di Activision sullo staff Blizzard ripercuotendosi anche sulla sede europea a Versailles (Francia). Quasi 400 dipendenti si trovano ora in bilico nell’attesa di sapere se perderanno il proprio lavoro o no.

Negli scorsi giorni si era già parlato dei maxi licenziamenti presso la sede centrale, ma ora la lente di ingrandimento  si sposta più vicino a noi. Secondo alcune fonti la direzione della sede centrale europea ha comunicato mercoledì che 134 dei suoi 400 dipendenti verranno licenziati. Non è detto però che tutti finiscano per strada, in quanto alcuni di loro potrebbero essere smistati nelle altre sedi europee come Irlanda e Paesi Bassi. Resta però un disagio forte doversi spostare in una nuova città.

A complicare le cose sono sicuramente le leggi francesi sul lavoro che prevedono lunghe trafile burocratiche rispetto a quelle americane, lasciando così in un vero e proprio limbo i diversi membri dello staff che per mesi non sapranno il loro destino visto che ancora si sanno con certezza le posizioni che subiranno i maggiori tagli.

Sappiamo che molti italiani lavorano per Blizzard proprio presso la sede francese, se alcuni di voi stanno leggendo questo articolo e stanno vivendo questa situazione o conoscono qualcuno coinvolto vi invitiamo a contattare la nostra redazione per raccontarci la vostra testimonianza.

5/5 (2)

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!