HOME » news

Nintendo Direct Febbraio 2019: tutte le novità su Fire Emblem: Three Houses


Il piatto forte della Direct Nintendo del 13 Febbraio è, ovviamente, Fire Emblem Three Houses, ed è stato mostrato un nuovo trailer che va ad analizzare sia la storia che il nuovo gameplay del gioco.

 

 

Il nuovo trailer mostra in apertura il continente che ospiterà l’intera avventura, Fòdland, e le sue tre caratteristiche fazioni: l’Impero di Adrestian, il Sacro Regno di Faerghus, e l’Alleanza di Leicester. Questi regni sono stati per anni in lotta tra loro, ma sono ora giunti in un momento di tregua e pace.

Si potrà scegliere tra una versione maschile od una femminile del proprio personaggio che comparirà nelle cutscenes che uniscono animazione 2D e CGI pre-renderizzata.

Il nostro protagonista giungerà nel Monastero di Garreg Mach, una sorta di accademia per principi e giovani nobili con il compito di istruire i rampolli di Fòdland nell’arte della diplomazia, del governo, ma soprattutto della guerra.

Ci viene poi mostrato il nuovo sistema di battaglia, con una telecamera molto più dinamica ed il nuovo motore grafico che mostra finalmente i modelli 3D completi non solo degli Eroi, ma anche dei soldati semplici.

Quando non saremo schierati in battaglia dovremo decidere il piano di studio dei nostri studenti, che se rispettato porterà ad enormi benefici a livello di statistiche e alla scoperta di numerose nuove abilità.

Gli Eroi potranno accrescere il proprio legame sia in battaglia che in Accademia, aumentando le loro capacità belliche ed accrescendo la propria amicizia in pieno stile Fire Emblem.

Infine è stato annunciata la data ufficiale di Fire Emblem: Three Houses, ovvero il 26 Luglio, rispetto alla generica primavera dell’anno scorso.

Restate sintonizzati per ulteriori aggiornamenti

 

 

Articolo a cura di Riccardo Liberati

Classe 1997, cresciuto immerso dai libri, cartoni e videogiochi, ho sempre desiderato e provato fin dalla tenera età a creare storie fantasiose che rendessero un po' più brillante la mia vita monotona.

Ho trascorso l'infanzia in solitaria, giocando a quanti più titoli possibili, spaziando dai vecchi J-RPG di Square Enix fino ai più violenti sparatutto su PC, non disdegnando nel frattempo RTS, platform e giochi di corse automobilistiche.

Alle superiori riesco finalmente ad aprirmi e a trovare dei compagni con i miei stessi gusti e sogni, e capisco che non amo tanto i videogiochi, quanto la cultura ed i messaggi dietro di essi, gli stessi che ho sempre trovato nei libri, film e qualsiasi altro tipo di medium artistico.

Inizio a lottare per questo concetto scrivendo all'impazzata ed accrescendo la mia cultura ancor di più, sia attraverso la scuola che attraverso gli incontri e le persone d'ogni giorno. Questo bel sogno finisce con l'arrivo all'università, periodo peggio di qualsiasi film horror che abbia mai visto e che mi costringe a mollare tutto e rifugiarmi nella mia Fortezza della Solitudine per tre anni, perdendo interesse e linfa vitale per qualsiasi cosa.

Nel frattempo ho lavorato in numerosi settori, dall'aiuto vendita al libraio al tutor privato, e nel 2018 inizio a scrivere per Player.it, il mio primo incarico ufficiale come giornalista videoludico e che mi ha formato moltissimo sia nell'ambito dei videogiochi che in quello della scrittura basilare.

Oggi ho ripreso a studiare grazie alla scelta repentina ed irrazionale di iscrivermi alla Scuola Holden di Torino, luogo da cui vi scrivo, abbandonando casa per la prima volta ed il luogo natale di ogni mio piccolo successo e grande fallimento. La mia speranza? Quella di poter riuscire a trovare una strada ben delineata, facendo quello che mi piace fare senza dovermi sottomettere a nessuno

Nintendo Direct Febbraio 2019: Annunciato Super Mario Maker 2 [VIDEO]

Nintendo Direct Febbraio 2019: tutte le novità su Super Smash Bros Ultimate