HOME » news

Su Steam 90 milioni di utenti attivi al mese nel 2018

steam, 90 milioni di utenti attivi al mese

Quando si parla di PC Gaming spesso si associa subito il nome della piattaforma di distribuzione di videogiochi creata da Valve, Steam. È lì che i giocatori devono collegarsi per avere dinanzi ai propri occhi una sterminata scelta di titoli tripla A o indie. Va detto che alcuni franchise molto famosi e che annoverano milioni di giocatori tra le loro fila, come League of Legends, Fortnite, Minecraft e Overwatch, non sono disponibili su Steam, ma nonostante questo il PC gaming per molti rimane legato a questo nome. La concorrenza c’è, ma non è mai riuscita, fino ad ora, a togliere grandi fette di pubblico. Epic Games e Discord hanno lanciato i propri store, ma l’egemonia di Steam è sempre più forte.


Nel 2018, infatti, lo strapotere di Steam si è fatto sempre più evidente e si può quantificare con dati oggettivi: il numero di utenti attivi che mensilmente si collegano alla piattaforma. Nell’anno appena trascorso Valve ha toccato cifre da record.

Steam: 90 milioni di utenti attivi al mese

È stato pubblicato un rapporto che evidenza i numeri incredibili che Valve è riuscita a ottenere con la distribuzione dei giochi. Il rapporto ha rivelato una statistica sbalorditiva e difficilmente eguagliabile al suo interno: nel 2018, Steam, in media, ha visto collegarsi 90 milioni di utenti attivi ogni mese. Da notare che questa è solo la media, non è il totale degli utenti registrati su Steam. Ci sono, dunque, dei picchi in cui i 90 milioni di utenti vengono abbondantemente superati. È pazzesco se si considera che ci sono solo quattro console domestiche nella storia che hanno effettivamente superato i 90 milioni di unità vendute.

I numeri sono molti alti anche guardando le statistiche quotidiane: c’è, ad esempio, un picco di 18,1 milioni di utenti attivi in un singolo giorno, ovvero più del numero di Wii U vendute durante tutto il suo ciclo vitale. Questi numeri sono davvero impressionanti.

FONTE Gamingbolt

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

La recensione del ritorno in alta definizione di Onimusha: Warlords per PS4, Xbox One e Nintendo Switch

Onimusha: Warlords Remastered | Recensione (Nintendo Switch)

rockstar games denunciata dai Pinkerton

Rockstar Games denunciata per l’utilizzo del nome Pinkerton in RDR2