Mentre Kingdom Hearts 3, dopo averci fatto aspettare praticamente un’ eternità è letteralmente nelle mani di qualche criminale, ancora sappiamo davvero molto poco di Final Fantasy VII Remake, la riproposizione più attesa dell’intero universo del medium videoludico.

Il titolo, sin dall’annuncio all’ormai lontano E3 2015, il titolo di Square Enix è sempre stato lontano dalle luci dei riflettori della stampa e si è nascosto dietro praticamente tutti gli altri progetti dell’azienda giapponese.

La completa assenza di date all’interno dell’originale trailer d’annuncio e il silenzio stampa dell’azienda giapponese ha mandato più volte nel pallone tutti i fan che pazientemente aspettavano nuove buone notizie sul mondo disegnato da Nomura nel lontano 1997.

Qualcosa, però, sembra finalmente muoversi.

Il 2019 sarà l’anno della svolta?

Uno screenshot da uno dei trailer di gameplay di Final Fantasy VII Remake

All’interno della rivista giapponese Famitsu durante le ultime settimane dell’anno prende posto una rubrica in cui numerosi sviluppatori nipponici mostrano i loro propositi per l’anno seguente; una tipica usanza nipponica che serve a comunicare al pubblico cosa potrebbero aspettarsi nel corso dei successivi trencentosessantacinque giorni.

L’ultimo numero contiene anche delle dichiarazioni rilasciate in merito da Tetsuya Nomura (Designer principale del progetto Final Fantasy 7 Remake) e Yoshinori Kitase, producer del titolo.

Tetsuya Nomura, più nello specifico ha dichiarato che la parola chiave su cui impernierà il suo 2019 è “sette” aggiungendo poi che “sarà un anno pieno di annunci”
Yoshinori Kitase, invece, ha definito il 2019 come un anno per cui ha grandissime aspettative per poi dichiarare che sta lavorando al suo massimo per evitare di deludere i fan tranquillizandoli per quanto riguarda Final Fantasy VII Remake, titolo che sta venendo su senza troppi intoppi.

Oltre a  ciò Nomura e Kitase hanno anche spiegato quali sono gli eventi che attendono maggiormente all’interno del 2019 che deve ancora arrivare: il designer giapponese autore di Cloud & compagnia non vede l’ora di misurarsi con il lungometraggio Avengers: Endgame mentre Kitase dalla sua non vede l’ora di poter assistere al nuovo episodio della saga fantascientifica per eccellenza: Star Wars Episode 9.

Cosa aspettarsi da Final Fantasy VII Remake.

Uno screenshot da uno dei trailer di gameplay di Final Fantasy VII Remake dove cloud colpisce un avversario

La parte interessante inizia ora: cosa possiamo aspettarci da delle dichiarazioni simili? Cosa tramano nell’ombra Kitase e Nomura?

L’ultima volta che abbiamo parlato su questi lidi del remake del settimo capitolo di Final Fantasy avevamo il terrore di vederci comparire davanti un videogioco d’azione, almeno secondo quanto dichiarato all’interno degli annunci di lavoro che Square-Enix pubblicò mesi e mesi fà; nella pratica abbiamo meno paura di vederci un action-game vero e proprio quanto più paura di scoprire che il titolo sarà rilasciato in una struttura episodica piuttosto curiosa.

Le ultime dichiarazioni su questo argomento da parte di Square Enix parlavano di Final Fantasy VII Remake come di un titolo talmente espanso da essere composto da più capitoli il cui scopo era quello di ampliare e riproporre nuovamente l’universo di Midgar e di tutto ciò che vortica intorno ad esso con dei giochi grandi più o meno come un Final Fantasy XIII; mattoncini da 50 ore che vanno a costruire la versione definitiva del JRPG più amato di sempre.

Noi di Player.it non crediamo possibile l’arrivo del titolo per il 2019; potremmo vederlo magari per la fine dell’anno Fiscale 2019 (ovvero Marzo 2020) con tanto magari di cross-platform tra le attuali piattaforme di gioco e quelle che verranno poi. Durante questo 2019 probabilmente noi giocatori ci ritroveremo davanti dei filmati di gameplay, probabilmente molto diversi da quelli che ci saremmo aspettati sino a ieri e una data con cui poter iniziare a far salire vorticosamente l’hype riguardo il titolo.

Final Fantasy VII Remake probabilmente sarà stato cambiato in modo importante rispetto a quello che è stato mostrato nei vari trailer durante gli anni passati; come e sopratutto perché ancora non è ancora affar nostro. Nel frattempo, per abbattere la noia, noi vi consigliamo di recuperare tutta quella pletora di titoli che l’azienda sta cercando di portare all’interno di Nintendo Switch.

Final Fantasy VII Remake, anni fa, fu annunciato come un titolo che sarebbe uscito prima su Playstation 4 e poi chissà dove; rimandiamo a fra qualche mese le informazioni sulle console su cui il titolo girerà.

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!