Irrompere nella casa bianca? In Payday 2 si può!

Payday 2

Payday 2 partì come uno sparatutto cooperativo incentrato sulle rapine bancarie con tanto di maschere carnevalesche, orde di poliziotti e altri avversari da falciare proiettile dopo proiettile ed uno stile riconoscibile il giusto da diventare di pubblico dominio. Moltissimi DLC e espansioni dopo ci siamo ritrovato con un Payday 2 che ha iniziato a delirare sempre di più, proponendo colpi all’interno di luoghi pubblici sempre più assurdi alla ricerca di strani artefatti immersi in teorie complottiste tanto divertenti quanto curiose.

L’ultimo capitolo di questa folle corse di Payday porterà noi e il nostro gruppo di rapinatori all’interno del luogo americano più famoso al mondo, la casa del presidente, la casa bianca di Washington DC, quasi a voler motteggiare film come Il Mistero dei templari o Il mistero delle pagine perdute.

Vediamo insieme cosa è successo in quest’ultima missione folle di Payday 2.

Payday 2 e la rapina alla casa bianca.

Payday 2 casa bianca

Starbreeze ha deciso di regalare a tutti i giocatori di Payday 2 un ultimo grande spettacolo con la rapina al luogo più protetto e importante degli stati uniti d’america. Il perché è presto detto: il nostro gruppo di ladri ha l’obbiettivo di entrare in uno dei caveau della casa bianca per rubare copie personalizzabili della grazia presidenziale, un oggetto che potrebbe permettere a chiunque di schivare agilmente qualsiasi pena e qualsiasi tipo di accusa per atti criminosi.

Ovviamente un colpo del genere è tutto meno che semplice: si tratta di una rapina con ostacoli e barriere di intensità crescenti mano a mano che si scende in profondità al di sotto della parte visibile dell’edificio; il tutto sarà anche supportato da un ingente quantità di personale di sicurezza, pronto a fare lo scalpo ai giocatori.

Completare questo colpo in ogni caso significherà mettere le mani su una ricompensa niente male: “The End”.

“The End” è il nome di una cut-scenes in live action realizzata per concludere il capitolo di narrativa che Payday 2 aveva iniziato mesi e mesi fa, mettendo la parola fine sugli ultimi crimini eseguiti dal nostro gruppo di ladri.

Che futuro aspetta la saga di Payday?

Payday 2 leggio gameplay

Starbreeze ha confermato l’esistenza di Payday 3 nell’ormai distante 2016, con tutta probabilità questa cutscene vuole indicare la direzione nella quale la storia del titolo potrebbe affacciarsi con l’arrivo del nuovo capitolo.

Nel corso dei suoi cinque anni di vita Payday 2 è stato prima sviluppato da Overkill Software e poi acquistato (e supportato) da Starbreeze nel corso del 2016; il titolo è stato funestato da una quantità enorme di DLC (alcuni dei quali contenenti oggetti esclusivi in grado di sbilanciare il gameplay) tutto sommato rispettosi nei confronti dei giocatori.

Fortuntamente le rapine esclusive dei DLC sono giocabili anche da chi non ha acquistato il pacchetto, in questo modo basta che uno dei giocatori in squadra possieda il contenuto aggiuntivo per rendere disponibile al resto dei giocatori tutto il resto.

Payday 2 è disponibile su una pletora di console diverse per un prezzo tutto sommato contenuto; è possibile giocare il titolo su PlayStation 4, PlayStation 3, Xbox One, Nintendo Switch, Xbox 360, Microsoft Windows, Linux.

Su Steam al momento il titolo è in sconto per i saldi di Halloween: la versione base è disponibile per 4.99€ mentre la versione ultimate (che contiene quasi tutti i DLC usciti) è disponibile per 11.29€.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

Deltarune cover symbol

L’autore di Undertale ha bisogno di tempo per pubblicare altro materiale su Deltarune

Siegecraft Commander

Recensione Siegecraft Commander