The Initiative (Microsoft) assume un ex membro di Rockstar Games

the initiative ha assunto un membro di Rockstar

All’E3 2018, Microsoft annunciò che la società stava acquisendo alcuni team per ampliare la propria forza di sviluppo, tra cui Playground Games. Inoltre, la società americana aveva fatto sapere di aver fondato un nuovo studio interno con base a Santa Monica chiamato The Initiative. Sappiamo da un po’ di tempo che sono stati assunti molti talenti di alto profilo, ma oggi abbiamo appreso che Tom Shepherd di Rockstar Games è uno di questi e ha iniziato a lavorare lì da settembre.


Quest’anno Microsoft ha fondato The Initiative in modo che lo studio potesse creare esclusive Microsoft di qualità come God of War o Uncharted. Sembra che la compagnia abbia proprio questo obiettivo perché persone come Shepherd hanno lavorato a giochi del genere. In precedenza, Shepherd era il direttore tecnico di Rockstar Games.

Una notizia del genere non può che far piacere ai possessori di Xbox One e ai fan delle console Microsoft perché è un indizio che ci porta a pensare che la società americana voglia dare maggior spazio alle esclusive, ancora molto importanti nella scelta di una console da parte dei consumatori. L’assunzione di Tom Shepherd dovrebbe permettere a Microsoft di accontentare tutti quei giocatori che non sono del tutto soddisfatti del numero esiguo di giochi in esclusiva su Xbox One.

La qualità delle esclusive della concorrenza è altissima. Giochi come God of War, Spider-Man, The Legend of Zelda: Breath of the Wild, Super Mario Odyssey,  Horizon Zero Dawn, Uncharted 4, The Last of Us (che avrà presto un seguito), Detroit: Become Human e i futuri titoli come Death Stranding, fanno la gioia di chi gioca su PS4 e Switch, ma fanno anche gola ai giocatori Xbox. Non tutti, infatti, possono permettersi tutte le console in commercio.

Vi terremo aggiornati su ciò che sta tenendo impegnati i ragazzi di The Initiative, sperando che sia davvero qualcosa di esclusivo e importante per il futuro di Microsoft in questa direzione.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Windows Central

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

call of duty: black ops 4 quali sono le migliori armi da usare nella modalità blackout

Call of Duty: Black Ops 4 – guida alle armi nella modalità Blackout

torneo evo matrimonio

Torneo di un picchiaduro durante un matrimonio? È successo in Giappone