Lawbreakers è stato cancellato da Nexon?

lawbreakers cancellato


La situazione in cui versa Lawbreakers sembra essersi decisamente aggravata. Sapevamo che il gioco non aveva rispettato le aspettative sin dal giorno della sua release. Tuttavia, nonostante la fiducia del publisher e degli sviluppatori, il quadro si è fatto via via sempre più nero. Poche ore fa, Nexon ha dato gli ultimi ragguagli sulla situazione, e non sono affatto incoraggianti. Il publisher sud coreano ha infatti affermato di aver cancellato qualsiasi futuro progetto per il suo gioco. Lawbreakers non chiuderà i battenti a partire da oggi, ma il suo avvenire è tutt’altro che roseo.

Quale futuro per Lawbreakers?

lawbreakers futuro
Il futuro non riserva niente di buono.

Sin dai suoi primissimi giorni di vita, Lawbreakers sembrava essere nato sotto una cattiva stella. Già la beta di gioco aveva registrato pochissimi utenti, e la situazione non migliorò di certo al momento del lancio, avvenuto lo scorso 08 Agosto. Cliff Bleszinski, il director del gioco, si era dichiarato fiducioso nei confronti della sua creatura, ritenendo che avrebbe recuperato terreno in seguito. Nonostante questo atto di fede quasi doveroso, neanche un mese fa Arjan Brussee, co-fondatore di Boss Key Production, aveva abbandonato il progetto, per fare ritorno ad Epic Games. Inutile dire quanto un evento del genere non significasse niente di buono per Lawbreakers.

Il timore di tantissimi gamer si è concretizzato oggi, quando Nexon ha pubblicato un rapporto sui guadagni ottenuti nell’ultimo trimestre. Secondo il publisher coreano, le basse vendite riscosse dal gioco avrebbero influito non poco sui risultati economici ottenuti dall’azienda.

“I nostri risultati in Nord America nel terzo trimestre sono stati inferiori alle nostre previsioni, principalmente a causa delle vendite da parte di Lawbreakers, che sono state inferiori rispetto alle aspettative.”

Parte della colpa sarebbe di PUBG

lawbreakers flop
È davvero colpa di PUBG?

Secondo quanto è possibile leggere dal rapporto, Nexon avrebbe identificato una delle principali cause delle basse vendite ottenute da Lawbreakers: PlayerUnknown’s Battlegrounds. Stando alle dichiarazioni del publisher, l’incredibile successo ottenuto dal gioco battle royale avrebbe compromesso le vendite del titolo in questione.

“Avevamo aspettative molto alte per il suo lancio; tuttavia, le tempistiche del suo lancio si sono rivelate sfortunate, nello specifico, PlayerUnknown’s Battlegrounds,il gioco online PC di grande successo, è uscito nello stesso periodo, rendendo il mercato molto difficile per gli sparatutto in prima persona in generale e per Lawbreakers.”

Tuttavia, volendo scendere in considerazioni personali, è difficile credere che PUBG possa aver avuto un ruolo nelle vendite di Lawbreakers. In primo luogo, si tratta di due titoli molto diversi. Se PUBG è un MMOTPS che basa tutta la sua esperienza di gioco sulla modalità battle royale, Lawbreakers è il più classico degli MMOFPS, molto più simile, per fare un esempio, ad Overwatch. In secondo luogo PUBG ha iniziato ad avere successo a partire dallo scorso Marzo, quando iniziò la fase Early Access, mentre il titolo Nexon è approdato agli inizi di Agosto. È assai difficile, quindi, credere che PUBG abbia effettivamente sottratto utenza a Lawbreakers.

Cessione o abbandono?

lawbreakers cessione
Nessuna delle due ipotesi è felice.

Le dichiarazioni di Nexon legittimano i più seri dubbi sul futuro del gioco. Il publisher ha infatti dichiarato che Lawbreakers è stata la causa principale delle perdite della società in questo ultimo trimestre. Inoltre, Shiro Uemura, Direttore Tecnico dell’azienda, ha affermato che il gioco non causerà ulteriori perdite. Tutto questo significa, in parole povere, che Nexon ha cancellato Lawbreakers dai suoi programmi futuri. Non è dato sapere quale sarà il futuro del gioco, ma i titoli cancellati vanno incontro a due destini alternativi: la cessione o l’abbandono. Non sappiamo quale sarà il futuro di Lawbreakers, ma le nubi all’orizzonte sembrano essere decisamente cupe.

Restate sintonizzati per ulteriori news in merito. Se volete approfondire Lawbreakers, cliccate la nostra recensione del gioco.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

doom nintendo switch

Doom: circa 81.000 copie vendute su Switch nella prima settimana

Il prossimo Nintendo Direct sarà interessante, trapelano Bayonetta 3 e Animal Crossing Switch entro il 2018