Italian Video Game Awards 2018: data e dettagli per il premio italiano


AESVI ha diffuso i primi dettagli ufficiali dell’edizione 2018 del premio Drago D’Oro, pardon, dell’Italian Videogame Awards, annunciando la data dell’evento, i giurati e le diverse iniziative legate alle statuette. Di seguito tutti i dettagli.


drago-d-oro-2018-data

Milano, 11 dicembre 2017 – Al via i preparativi per l’evento che celebra l’eccellenza nel mondo dei videogiochi promosso da AESVI – l’associazione che rappresenta il settore in Italia – e diventato ormai un appuntamento atteso dalla stampa e dal pubblico nel mese di marzo di ogni anno. Forte del successo dell’ultima edizione, che ha visto salire sul palco ospiti dell’industria videoludica internazionale del calibro di Fumito Hueda e Hajime Tabata, il premio introduce a partire da quest’anno alcune importanti novità.

Si parte dal cambio del nome: non più Premio Drago D’Oro, ma Italian Video Game Awards. Un nuovo brand in linea con le principali manifestazioni del genere presenti a livello internazionale, che consentirà di posizionare l’evento anche al di fuori dei confini nazionali. L’iconica statuetta del Drago D’Oro, originale e ben riconoscibile, rimarrà invece un simbolo forte dell’evento come elemento di continuità con le passate edizioni del premio.

Altra importante novità la scelta di una nuova sede: la cerimonia di premiazione andrà in scena mercoledì 14 marzo 2018 nell’elegante cornice del Teatro Vetra in pieno centro a Milano. L’evento, esclusivo e formale, porrà l’accento sul valore culturale e artistico del medium videogioco. Come successo nella passata edizione, sul palco degli Italian Video Game Awards 2018 saliranno importanti ospiti nazionali e internazionali del mondo dei videogiochi.

Anche la Giuria del premio verrà rinnovata. Dopo il biennio guidato da Luca Tremolada de Il Sole 24Ore, il timone passerà per le edizioni 2018 e 2019 al giornalista del Corriere della Sera Federico Cella. I componenti della Giuria che affiancheranno il nuovo Presidente saranno, insieme al Presidente uscente, i giornalisti Jaime D’Alessandro – La Repubblica, Dario Marchetti – RaiNews, Pier Paolo Greco – Multiplayer.it, Francesco Fossetti, Everyeye.it, Stefano Silvestri – Eurogamer.it, Mario Petillo – SpazioGames.it, Lorenzo Fantoni – giornalista e giurato tecnico, Emilio Cozzi – giornalista e giurato tecnico. A completare la squadra ci saranno il conduttore televisivo, radiofonico e blogger Matteo Bordone e il Professore dell’Università degli Studi di Milano Dario Maggiorini.

I 12 giurati definiranno le categorie degli Italian Video Game Awards 2018, le nomination e i vincitori nei prossimi mesi in vista della serata finale. Per quanto riguarda le produzioni “made in Italy”, invece, si apre oggi la raccolta delle candidature dei titoli realizzati in Italia e pubblicati tra l’1 gennaio e il 31 dicembre 2017. I videogiochi candidati entro il 31 dicembre 2017 verranno valutati dalla Giuria e potranno ricevere una nomination per le categorie di premiazione relative ai giochi italiani: Best Italian Game e Best Italian Debut Game. La Giuria potrà anche decidere di assegnare un premio speciale: Special Italian Award. I vincitori di queste categorie e di quelle generali verranno annunciati nel corso della cerimonia di premiazione il 14 marzo 2018.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

A Way Out: basterà una copia per poter giocare in co-op

Recensione: eSports Life Ep.1 - Dreams of Glory

Recensione: eSports Life Ep.1 – Dreams of Glory