Chiariamo subito una cosa: RiME in sè è un titolo davvero valido, e ha fatto segnare recensioni davvero positive la scorsa primavera, quando è approdato per la prima volta su PlayStation 4, Xbox One e PC. Il problema è proprio la versione per Nintendo Switch, che pure ha richiesto mesi e mesi di ottimizzazione e sviluppo a sè stante. Cosa è andato storto?

Gli sviluppatori dicono la loro su Reddit

Gli sviluppatori di RiME si sono cimentati in un Ask Me Anything su Reddit, dove l’utenza ha avuto modo di fare numerose domande sul titolo. Gli stessi sviluppatori hanno affermato che il titolo gira a 30 FPS e 720p (in dock) per la maggior parte dell’avventura, con qualche tentennamento lungo la strada. Inoltre (la traduzione è nostra dalla lingua inglese): -Mentre abbiamo fatto un eccellente lavoro per migliorare il frame rate e stabilizzarlo, non siamo riusciti a risolvere altri problemi. RiME utilizza una tecnica chiamata streaming che ci permette di avere determinate porzioni dei livelli caricate o non caricate, in modo tale da salvare l’utilizzo della memoria-.

RiME Nintendo Switch
RiME Nintendo Switch

E ancora, gli sviluppatori sostengono di aver dovuto “accettare dei compromessi” pur di lasciare il gioco “quello che avrebbe dovuto essere nella sua idea originale”, evitando di aggiungere schermate di caricamento. Quello che gli sviluppatori però non dicono è che i freeze, i rallentamenti e i blocchi rendono il loro titoli su Nintendo Switch quasi ingiocabile: provare per credere se non vi fidate. Probabilmente prima o poi uscirà una patch correttiva, ma dopo mesi per un’ottimizzazione inesistente forse era meglio che il titolo non fosse arrivato affatto.

Ancora non vi fidate? Ci sono i video

Se non vi fidate della nostra opinione o credete che gli sviluppatori stiano dicendo tutta la verità, vi proponiamo qualche video relativo alla versione “incriminata” di RiME. Il primo è un footage tratto dai primi diciotto minuti della versione di gioco per Nintendo Switch. Eccolo qui:

Ed ecco infine, non molto dulcis in fundo, un video comparativo tra la versione Nintendo Switch e quella PlayStation 4. C’è da dire che noi crediamo che la versione per la Casa di Kyoto poteva essere molto migliore di così, non siamo i sostenitori della mera potenza bruta. Qui si sta criticando un porting realizzato con i piedi, non il gioco in sè, che è un’avventura davvero unica e degna di essere vissuta. Ma veniamo al video in questione:

Prima di salutarci cogliamo l’occasione per ricordarvi che su Player.it potete trovare tante altre notizie in merito al mondo di Nintendo, recentemente è stata pubblicata online la nostra recensione della killer app del momento su Nintendo Switch, Super Mario Odyssey; lo stesso titolo che si è appena aggiornato e che sembra ricevere complimenti su complimenti, anche da Bethesda. Solo il tempo ci dirà se l’obiettivo di Nintendo è proprio quello di mettere da parte il 3DS e continuare a sviluppare titoli su di un’unica console. Potrebbe anche darsi che nei prossimi anni venga rilasciato un nuovo dispositivo portatile, ma è ancora presto per dirlo. Inoltre, è innegabile che entrerebbe in contrasto con Nintendo Switch, la cui natura è per buona metà quella di una vera e propria console portatile.

Link fonte primo articolo originale.

Link fonte secondo articolo originale.

Link fonte terzo articolo originale.