Killzone: un libro per celebrare la serie


Sony e Gurrilla Games hanno presentato Killzone Visual Design, un corposo volume di bozzetti che rende omaggio a quindici anni di storia artistica della serie Killzone. Il libro è pubblicato dalla casa editrice specializzata in arte digitale Cook & Becker e permette di esplorare le sontuose ambientazioni di Killzone attraverso dettagliate immagini a colori.

Il direttore artistico Roy Postma è stato uno dei primi grafici a lavorare al capostipite della saga di Killzone. Ha subito tenuto a precisare che l’aspetto dei nemici non fu ottenuto in modo immediato. “L’estetica degli Helghast fu il risultato di un processo graduale”, spiega. “Consultammo diversi libri di storia e di fotografia per trarre ispirazione e raccogliere spunti per la creazione dei nemici”. “Non partimmo con l’obiettivo di ottenere un aspetto particolarmente riconoscibile. Al contrario, ci chiedevamo come donare ai personaggi un’estetica minacciosa, funzionale e credibile”.


 killzone-visual-design

Uno dei tratti distintivi di Killzone sono gli occhi rossi e vividi degli Helghast. Questa scelta stilistica non risale all’inizio del progetto. L’idea degli occhi incandescenti emerse quando un tester del gioco si lamentò di quanto fosse difficile individuare gli Helghast nelle ambientazioni buie. “Può sembrare un controsenso dal punto di vista della mimetizzazione”, aggiunge il direttore artistico Jan-Bart van Beek, “ma la colorazione degli occhi fu aggiunta durante la fase di sviluppo, quando ci rendemmo conto che agevolava la fruizione del gioco”.

Il capo progettista grafico Roland IJzermans ricorda come nacque l’inseguimento tra veicoli sulle distese ghiacciate di Helghan presente in Killzone 3. “Quando stavamo lavorando a quella scena, in Olanda era pieno inverno”, racconta. “Uscii e vidi dei pattinatori sui laghi ghiacciati e la trovai un’immagine magnifica, così tentai di trarne spunto per creare qualcosa di coerente con l’universo di Killzone”.

Tuttavia, quando presentò i primi bozzetti al direttore artistico, l’idea fu subito respinta. “Mi disse: Ehi, ti sembra un mezzo Helghast? Non ha nulla a che vedere con gli Helghast!”.
Roland capì che il direttore artistico aveva ragione. I veicoli Helghast sono estremamente potenti e puntano a dominare la natura, non a muoversi armoniosamente al suo interno.
Così mi misi al lavoro partendo da quelle direttive e ne uscì il Rompighiaccio”, rivela. “Era un mezzo molto più grande e imponente, con cingoli dentati in grado di squarciare il ghiaccio. Inutile dire che fu immediatamente inserito nel gioco”.

Killzone Visual Design include meravigliose tavole a colori, oltre a commenti e aneddoti raccontati dai grafici di Guerrilla. È un volume imperdibile per tutti gli appassionati di Killzone e gli estimatori delle arti grafiche in generale. Sarà disponibile dal 1° febbraio 2016. Potete effettuare oggi stesso il pre-ordine della vostra copia presso il negozio PlayStation Gear store.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Phantom Dust pronto a tornare?

Mobile Games: il consiglio del giorno – World Chef