Stranger Things: disponibile gratis da oggi il gioco mobile

stranger things gratis gioco mobile

Stranger Things: disponibile gratis da oggi il gioco mobile

L’attesa per la seconda stagione di Stranger Things è sempre più alta. Dopo l’enorme successo riscosso dalle prime otto puntate della serie TV targata Netflix, tanti, tantissimi fan non vedono l’ora che arrivi il prossimo 27 Ottobre. Proprio nel giorno di Halloween sarà infatti possibile scoprire il prosieguo delle avventure di Dustin, Mike, Will, Undici e di tutti i personaggi dello show televisivo. Un modo decisamente piacevole per trascorrere i giorni che ci separano dalla release potrebbe consistere nel provare il gioco mobile ispirato alla serie. Il videogame è disponibile da oggi su App Store e Google Play Store, ed è completamente gratuito.

Stranger Things: il ritorno degli anni ’80

Nel panorama odierno, dove videogame, libri, fumetti, serie tv, vengono pubblicati ad un ritmo sempre maggiore, è difficile, per un creativo, riuscire a ritagliarsi il proprio spazio. Stranger Things, a differenza di tanti altri media, è riuscito nell’impresa di essere uno show immediatamente riconoscibile e di raccogliere un pubblico estremamente vasto ed eterogeneo, ma accomunato da un fattore: l’amore per gli anni ’80. La serie tv creata da Netflix pesca a piene mani dall’immaginario degli eighties. Chi di voi, vedendo dei bambini come protagonisti di una vera e propria avventura, non ha pensato ai Goonies? O al gruppo dei Perdenti visto in It? Se poi a tutto questo aggiungessimo easter egg come locandine di film cult di quella decade (Poltergeist su tutti) e D&D, il gioco di ruolo che ogni nerd nato negli anni ’80 adora, possiamo facilmente immaginare come Stranger Things abbia colpito dritto al cuore di qualsiasi nostalgico.

Anche il videogioco mobile di Stranger Things è un revival ottantiano in piena regola. La veste grafica non poteva non essere in pixel, e anche le musiche rispecchiano lo stesso stile di quelle dei videogame degli anni ’80. Nel gioco potremo vestire i panni di tutti i personaggi dello show. Nancy, Hopper, i bambini, ognuno di loro avrà la propria abilità particolare per risolvere gli enigmi che si incontreranno nel corso del gioco. Sarà possibile anche rivisitare, attraverso i vari livelli, alcuni dei setting più noti della serie. La Foresta di Mirkwood, dove i ragazzini incontrano Undici per la prima volta, il misterioso Laboratorio Hawkins e, ovviamente, il Sottosopra.

Stranger Things: collezionabili e contenuti segreti da sbloccare

https://www.youtube.com/watch?v=OCbTbEhPSD8

Il gioco ispirato a Stranger Things non sarà un semplice tie-in fine a se stesso. Gli sviluppatori del titolo hanno pensato anche alle esigenze dei completisti, inserendo tutta una serie di oggetti collezionabili sparsi per i vari livelli che, una volta raccolti, garantiranno l’accesso a dei non meglio specificati contenuti segreti. Ecco le parole riportate nella descrizione presente nell’App Store.

“Collezionate tutti gli Eggos e gli Gnomi. Raccogliete tutti i VHS. Raggiungete tutti gli obbiettivi. Chissà quali personaggi segreti, quali contenuti segreti e mai visti prima, magari provenienti dalla seconda stagione, potreste sbloccare…”

Il gioco presenta due livelli di difficoltà: Normal e Classic. La modalità Classic è stata appositamente pensata per chiunque abbia nostalgia dei videogame della vecchia scuola, ad alto coefficiente di sfida.

Come se tutto ciò non bastasse, il titolo riceverà un misterioso aggiornamento il prossimo 27, in concomitanza con l’uscita della nuova stagione di Stranger Things.

Restate sintonizzati per ulteriori news in merito.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

A tu per tu con il Guru: intervista a Tim Schafer

Invader Studios – Intervista agli sviluppatori di Daymare 1998