HOME » news

Hajime Tabata: il prossimo Final Fantasy sarà ispirato a Zelda

hajime tabata final fantasy zelda


Quando si parla di RPG, Final Fantasy è una delle saghe a cui pensiamo. Nel corso degli anni, i giochi di ruolo hanno subito tantissimi cambiamenti che ne hanno modificato la struttura. Basti solo pensare al caro, vecchio combattimento a turni, sostituito da un combat system dalla forte componente action. Un altro elemento di “fresca aggiunta” nel mondo dei videogame di ruolo è stata la componente open world. FF XV ha voluto seguire questa strada, ed i risultati, sia a livello di pubblico che di critica, hanno dato ragione al suo team di sviluppo. Hajime Tabata, director dell’ultimo capitolo della serie, si è soffermato sulle caratteristiche che avrà il prossimo episodio, facendo riferimento a The Legend of Zelda: Breath of the Wild come possibile fonte di ispirazione.

Hajime Tabata: ecco come sarà il prossimo Final Fantasy

 

hajime tabata final fantasy zelda
Ecco la mente dietro Final Fantasy XV.

Volendo pensare a tutti i franchise che hanno fatto la storia degli RPG, sono tanti i nomi che vengono in mente. Al di là del già menzionato Final Fantasy, è impossibile non menzionare saghe come Dragon Quest, Tales of e, soprattutto, The Legend of Zelda. La serie targata Nintendo è, con buona probabilità, una delle più amate dai fan dei giochi di ruolo, capace di raccogliere schiere di giocatori di tutte le età. L’ultimo capitolo uscito, Breath of the Wild, è stato un vero e proprio successo, capace di diventare un system seller, accompagnando l’incredibile debutto di Nintendo Switch, la nuova console dell’azienda giapponese.

Intervistato da Gamespot in occasione della PAX West, Hajime Tabata ha rivelato quelle che potrebbero essere le caratteristiche del prossimo Final Fantasy. I punti su cui il creativo nipponico ha maggiormente posto l’accento riguardano la componente open world e, manco a farlo apposta, l’ispirazione che giochi come The Legend of Zelda: Breath of the Wild possono fornire al suo team di sviluppo.

Tabata ha riconosciuto che la mappa di gioco di Final Fantasy XV è una delle sfide più grandi che abbia mai affrontato. Con buona probabilità, anche il prossimo capitolo della saga avrà un setting di queste dimensioni. Parlando degli obiettivi che questo nuovo episodio dovrà raggiungere, il creativo non ha confermato la riproposizione dell’approccio open world. Tuttavia, anche se Final Fantasy XVI non fosse un open world, dovrà comunicare, ai giocatori, le stesse esatte sensazioni di un open world.

“È difficile dire, arrivati a questo punto, se il gioco sarà integralmente basato sulle meccaniche open world. Ma ci terrei a sottolineare che l’esperienza complessiva che i giocatori provano nel momento in cui si muovono in un mondo così grande, quella sensazione è qualcosa che vogliamo sia presente anche nel nostro prossimo progetto.”

Hajime Tabata: Zelda sarà una fonte di ispirazione

hajime tabata final fantasy zelda
Come potrebbe essere un FInal Fantasy ispirato a Zelda?

Tabata ha anche esternato i suoi pensieri su The Legend of Zelda: Breath of the Wild e cosa potrebbe imparare da un titolo così acclamato da pubblico e critica. Nonostante non abbia ancora giocato al titolo, perché non è ancora riuscito a procurarsi una Switch, il creativo ha sentito parlare del best seller Nintendo dal suo team di sviluppo. Hajime Tabata ha affermato che gli piacerebbe ricreare, nel suo prossimo progetto, la stessa atmosfera di gioco, sfruttando ovviamente l’esperienza del suo team di sviluppo.

“Ho sentito il mio team di sviluppo parlare molto di questo gioco, ascoltando le loro reazioni nel momento il cui ci giocavano. Avendo soltanto sentito la storia ed i feedback ricevuti, posso affermare con sicurezza che stiamo parlando di un grande titolo. È un videogame estremamente raffinato, quasi perfetto. E il nostro scopo sarà, con buona probabilità, ricreare l’esperienza di gioco di Breath of the Wild, ma con le nostre tecnologie ed i nostri know-how.

Abbiamo intenzione di creare un videogame di grande, grandissima qualità, con una componente di visivo di alto livello, e con un mondo di gioco che sia veramente bello ed immersivo. Probabilmente sono questi gli obbiettivi che ci siamo prefissati di raggiungere con il nostro prossimo progetto.”

Inutile dire che passerà un po’ di tempo prima di poter anche solo sentir parlare del prossimo Final Fantasy, ma le parole di Hajime Tabata sono musica per le orecchie di qualsiasi gamer.

Restate sintonizzati per ulteriori news in merito. Se volete sapere le ultime novità su Final Fantasy XV e The Legend of Zelda: Breath of the Wild, non avete che da cliccare i nostri link.

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

Dragon Ball FighterZ: annunciati Yamcha, Tenshinhan e… C-21

Dead By Daylight: arriva Leatherface