Company of Heroes 2: The Western Front Armies – Recensione


Recensione a cura di Giulia Ambrosini

Relic Entertainment è pronta ad espandere lo scenario della Seconda Guerra Mondiale con il primo pacchetto aggiuntivo per Company of Heroes 2, lo strategico in tempo reale che ha portato avanti la tradizione dei giochi basati sul realismo storico e la complessità delle meccaniche di guerra simulata. Tale espansione sposta il conflitto dalla gelida Russia al fronte occidentale, introducendo nove nuove mappe e due fazioni, rispettivamente le US Forces e gli Oberkommando.
1_93

BUONE NUOVE DAL FRONTE OCCIDENTALE

L’aggiunta del fronte occidentale non è certo casuale, la software house infatti intendeva fin da principio aggiungere periodicamente nuovi contenuti che introducessero nuove fazioni e quindi nuove storie da raccontare. I giocatori in Company of Heroes 2 hanno potuto rivivere i drammatici scontri avvenuti in territorio russo durante la Blitzkrieg nazista, nel tentativo di raggiungere la capitale e conquistarla. Per quanto lo scenario fosse suggestivo, si sentiva la necessità di riportare il conflitto in scenari più classici per il genere che coinvolgessero le truppe americane. Entrambe le fazioni introdotte in Western Front Armies si differenziano per specifiche abilità e mezzi a disposizione. Gli americani ad esempio, per ragioni storiche, saranno in possesso di tecnologie all’avanguardia e disporranno di una squadra speciale costituita dai paracadutisti per lanciare azioni di guerriglia in specifici quadranti del territorio. Una novità importante introdotta con questa fazione è il fatto di non dover più costruire le strutture della base seguendo l’albero tecnologico, bensì esse saranno già presenti rendendo più rapida l’azione iniziale. Per questo motivo le US Forces potrebbero rappresentare la scelta migliore per i giocatori meno esperti, che potranno quindi concentrarsi soprattutto sulla creazione di una strategia di attacco piuttosto che spendere molto tempo nella preparazione del campo base. Al contrario gli Oberkommando tedeschi disporranno di mezzi pesanti e opteranno per una strategia di avanzamento lenta ma efficace. Sarà necessario quindi valutare con attenzione le azioni di attacco contro questa fazione per non restare intrappolati nella sua potenza di fuoco. Anche in questa espansione l’esperienza di gioco contribuirà a sbloccare nuovi mezzi e oggetti che approfondiranno l’aspetto strategico del titolo rendendolo più completo. Oltre alle due nuove fazioni il DLC aggiunge anche nove mappe, caratterizzate da scenari ben lontani da quelli a cui ci aveva abituato la campagna principale. Tali mappe infatti saranno ambientate in rigogliose foreste o città sotto attacco offrendo una buona varietà sul piano grafico.

2_32

NON C’E’ SPAZIO PER I LUPI SOLITARI

Coloro che speravano di poter proseguire la loro avventura in solitaria potrebbero restare delusi. The Western Front Armies è un’espansione dedicata esclusivamente al comparto multigiocatore, acquistabile anche senza essere in possesso del gioco base. In questo caso il pacchetto offre la possibilità al giocatore di accedere alle 23 mappe preesistenti e di giocare contro tutte le altre fazioni del multiplayer di Company of Heroes 2, ma non alla campagna. Durante la sessione di prova organizzata dagli sviluppatori di Relic, abbiamo potuto provare con mano l’espansione e alcune delle nuove mappe. Va fatto notare che per chi si avvicina al titolo per la prima volta non è impresa semplice comprendere le meccaniche di gioco attraverso una partita multiplayer. La sessione di gioco ha anche presentato alcuni bug, probabilmente dovuti al lag che rendevano le scelte strategiche difficili da attuare. I nemici ad esempio venivano caricati sulla mappa solo nel momento in cui i soldati della nostra fazione raggiungevano il punto dove erano situati, rendendo impossibile prevederne le mosse. Naturalmente questo aspetto è strettamente collegato alla connessione internet, sia dell’host che del giocatore, e trattandosi di un’espansione stand alone totalmente online, questi errori potrebbero compromettere l’esperienza di gioco. Il DLC sarà disponibile a partire dal 24 giugno, non possiamo quindi che augurarci che questi ultimi giorni siano serviti per ottimizzare al meglio l’offerta visti anche i feedback ricevuti durante la sessione di prova.

3_10

CONCLUSIONE

The Western Front Armies sarà acquistabile in due opzioni differenti. Sarà possibile scegliere di acquistare una sola fazione al prezzo di 12,99 euro, oppure il pacchetto completo a 19,99. Dal punto di vista dei contenuti l’espansione risulta molto buona sia per l’equilibrio offerto dalle due nuove fazioni, che di fatto offrono molte novità nel gameplay, sia per le nuove mappe ben strutturate e differenziate. Restano tuttavia dei dubbi sulla bontà di una espansione totalmente online che presenta ancora oggi qualche difetto. Per chi conosce già e apprezza Company of Heroes, la scelta di acquistare tale pacchetto è consigliata. Per i neofiti interessati a provare l’esperienza di gioco, potrebbe essere più utile acquistare il titolo di base.  



Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

PlayStation 4: nuovi bundle in arrivo per l’estate?

Ryse 2 è stato cancellato?