HOME » news

Rayman Legends per PS4 – Recensione


Con qualche mese di ritardo rispetto all’uscita originale, Rayman Legends approda anche su console next-gen. Una scelta strana, considerando che il gioco nasce come esclusiva Wii U ed esce poi su tutte le principali piattaforme (PS3, Xbox 360, PC, PSVita), fino ad approdare alle “nuove” Xbox One e PlayStation 4.
Abbiamo avuto modo di provare la versione per la console next-gen di Sony, in questa recensione scoprirete pregi e difetti di questo porting. Da premettere che le differenze rispetto all’edizione Wii U (da noi provata a settembre dello scorso anno) sono esclusivamente di natura tecnica, non ci sono contenuti aggiuntivi di alcun tipo.
La leggenda di Rayman
Rayman Legends è un platform 2D, degno successore di Rayman Origins, uscito nel 2010. Il prodotto UbiSoft è stato confezionato con cura. La trama è solamente un pretesto per saltare, correre ed arrampicarsi, attività che all’uomo melanzana riescono decisamente bene. Il gioco si compone da oltre cinquanta livelli, l’avventura si rivela decisamente emozionante e le battaglie contro i boss hanno un sapore d’altri tempi.
Iniziamo subito dicendo che Rayman Legends non ha nulla da invidiare agli esponenti più blasonati del genere, il titolo della casa francese ha tutte le carte in regola per competere con i vari Sonic e Super Mario. Anzi, ci spingiamo oltre: Legends  senza dubbio il miglior platform 2D degli ultimi anni.
Nel paragrafo di seguito approfondiremo il gameplay e l’aspetto tecnico, unica novità di questa conversione. Purtroppo non ci sono extra di alcun tipo, come livelli inediti o nuovi personaggi, il gioco è esattamente lo stesso già visto su PC e console di vecchia generazione.
Gameplay vecchia scuola
Rayman Legends presenta un gameplay “vecchia scuola” che farà la felicità degli amanti del genere. Ogni livello è disseminato di uscite segreti e oggetti bonus da recuperare. Ogni stage richiede una discreta abilità per essere portato a termine, il nostro eroe dovrà vedersela con trappole di vario tipo, botole nascoste, palle di fuoco e nemici decisamente agguerriti.
In particolar modo le battaglie contro i boss si rivelano decisamente emozionanti, per gli scontri con i guardiani di fine livello, UbiSoft ha optato per sfide musicali decisamente complesse ed elaborate. L’avventura non è particolarmente lunga, bastano dieci ore per portare a termine il gioco.


Da segnalare la presenza di una modalità multiplayer non particolarmente riuscita e poco avvincente, simpatico invece il minigioco Kung Foot, a tema calcistico, che vi strapperà più di una risata. Gli avventurieri dalla pelle dura che vorranno raccogliere tutti i Lum e scoprire tutti i segreti del gioco impiegheranno settimane per sbloccare tutti i segreti.
Tecnicamente parlando
Il comparto tecnico di Rayman Legends è di altissima fattura. Stupisce l’elevatissima qualità delle animazioni, paragonabili a quelle dei grandi film Disney, fluide e dinamiche, Rayman e i suoi compagni si esibiscono in una serie di movimenti particolarmente buffi e sempre in linea con il momento. Degni di nota gli sfondi, colorati, vivaci, accattivanti, veri e propri dipinti realizzati con tonalità pastello e tinte leggere che aiutano il giocatore ad immergersi nell’atmosfera.
Lodevole il design dei personaggi, lo studio UbiArt ha creato eroi particolarmente espressivie ben caratterizzati. Il motore inoltre non soffre di problemi tecnici, Rayman Legends è una vera gioia per gli occhi, questa versione si rivela ancora più curata rispetto alle edizioni next-gen, il salto di qualità si nota, anche se per qualcuno potrebbe non essere abbastanza. Rayman Legends gira a 1080p nativi a 30 fps, un valore tutto sommato discreto che garantisce un’ottima fluidità.
Da citare la funzionalità Remote Play, purtroppo la console portatile non rimpiazza il GamePad visto in azione su Wii U e non è possibile utilizzare Vita per il multiplayer, in compenso giocare a Rayman Legends sul luminoso schermo della console portatile è una vera gioia per gli occhi.
Più che meritevoli le musiche, la scatenata colonna sonora rock si alterna con una melodia raffinata e tappeti musicali di flauto, basso, chitarra, pianoforte e clavicenbalo. Le musiche di sottofondo rivestono un ruolo particolarmente importante nelle sfide contro i boss, durante le quali il ritmo della musica aumenta pericolosamente.
Ottimo il doppiaggio, con voci buffe, simpatiche ed espressive, buoni gli effetti sonori, in particolar modo i versetti e le urla dei personaggi comprimari, semplicemente irresistibili.
Concludendo
La versione next-gen di Rayman Legends convince, ma non stupisce. Il gioco è esattamente lo stesso già visto su console di vecchia generazione, le uniche differenze riguardano il comparto tecnico. La grafica risulta più pulita e brillante ma per il resto non ci sono altri contenuti che possano giustificare la spesa da parte di coloro che hanno già provato questo titolo.
In definitiva, Rayman Legends è uno dei migliori platform degli ultimi anni, il migliore in assoluto se ci limitiamo ai soli platform 2D, ma l’acquisto di questa versione è consigliato solamente a chi non ha avuto modo di provarlo al momento dell’uscita. Se avete già giocato a Rayman Legends, guardate pure oltre.

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Kingdom Come: Deliverance annunciato su PS4 e Xbox One

PlayStation 4: trapela sul web una lista di titoli in fase di sviluppo