CSGO Lotto: gli Youtuber proprietari del sito evitano ogni pena

csgo lotto i due youtuber evitano ogni pena


Pericolo scampato per due Youtuber che, attraverso un sito di scommesse, avrebbero letteralmente raggirato Steam. Attraverso una sentenza emessa in data odierna, la Federal Trade Commission (FTC) ha deciso non di comminare alcuna pena a Trevor Martin e Thomas Cassel, meglio noti con i nomi di “TmarTn” e “ProSyndicate“. I due avevano caricato sul celebre portale diversi video in cui mostravano la facilità con cui erano possibile ottenere ricompense su CSGOLotto.com, un sito di scommesse che metteva in palio oggetti in game del celebre CSGO, Counter Strike: Global Offensive. Dov’è il problema, vi starete domandando. L’intoppo era che i due Youtuber avevano omesso di dichiarare di essere proprietari del sito, ingannando tanto gli utenti quanto Steam, la celebre piattaforma creata da Valve.

CSGO Lotto: facciamo un passo indietro

csgo lotto i due youtuber evitano ogni pena
Avete mai sentito parlare di CSGOLotto.com?

Probabilmente molti di voi non avranno neanche sentito parlare di CSGOLotto.com, eppure, negli Stati Uniti, la questione ha assunto contorni talmente vasti da richiedere l’intervento della FTC. Partiamo dall’inizio. Qualche tempo fa, i due TmarTn e ProSyndicate iniziarono a pubblicizzare un sito di scommesse a tema CSGO. Sul portale in questione era possibile scommettere le skin per le armi ottenute su Counter Strike al fine di ottenerne altre più rare. Come ogni campagna di marketing che si rispetti, i due videomaker hanno caricato una serie di video in cui mostravano la facilità con cui vincevano skin anche particolarmente rare. Occorre sottolineare, se qualcuno non lo sapesse, che le skin del celebre fps Valve hanno un costo in “valuta reale”, e che possono essere vendute ad un prezzo anche elevato, aggirando Steam.

Lo scorso Luglio, altri due Youtuber, HonorTheCall e h3h3Productions, scoprirono che il sito che i loro colleghi pubblicizzavano era di loro proprietà. Andando ad indagare più a fondo, sono venuti a galla tutta una serie di particolari scottanti. I proprietari del sito, Martin e Cassel, avevano con buona probabilità contraffatto l’esito delle scommesse, in quanto proprietari del sito, cercando così di invogliare i giocatori ad usare il loro portale. Ma non si erano limitati a questo. I due avevano contattato tutta una serie di influencer, pagandoli con cifre da 2.500 a 55.000 dollari, per pubblicizzare la loro “creatura”, ovviamente spendendo solo parole di elogio e tralasciando ogni eventuale difetto.

Pubblicizzare un sito di questo genere in questo modo, senza avvertire il pubblico di esserne i diretti proprietari, rappresenta una violazione delle linee guida di YouTube.

CSGO Lotto: la decisione della Commissione Federale

csgo lotto i due youtuber evitano ogni pena
Ecco una piccolissima parte delle skin disponibili per Counter Strike: Global Offensive.

“Lo scopo della FTC non è quello di essere un’agenzia punitiva e draconiana. Il nostro fine è quello di educare i consumatori sulla natura dei nuovi mercati.”

Queste sono state le parole di uno dei giudici, riportate da Rolling Stone. Non si tratta di parole dette a caso, perché quello delle skin è oramai un vero e proprio mercato. Nonostante le skin non siano a una valuta a tutti gli effetti, il mercato legato alle loro scommesse è in grande crescita. Quello che occorre sottolineare è che, però, siti del genere non sono ancora stati regolamentati con le normative stringenti che invece vincolano l’operato dei casinò online e dei normali siti di scommesse sportive. Tuttavia, il giro di affari dei siti di scommesse di skin ha raggiunto cifre considerevoli. Nel solo 2015, secondo quanto riportato da Bloomberg, sono state scommesse skin per un valore di oltre 2.3 miliardi di dollari.

csgo lotto i due youtuber evitano ogni pena
Skin, skin e ancora altre skin.

A tutto questo dobbiamo aggiungere il fatto che TmarTn e ProSyndicate diffondevano i loro video ad un pubblico complessivo di oltre 13 milioni di utenti, tra cui anche molti minorenni. Tutto questo, ovviamente, ha contribuito ad alimentare le critiche nei loro confronti.

La FTC si è però espressa a favore della coppia. Non sono state comminate condanne, ma i due Youtuber sono stati costretti a firmare un accordo. A seguito della firma, avrebbero dovuto ammettere pubblicamente il legame diretto col sito che pubblicizzano. Eventuali future infrazioni dell’accordo implicheranno multe fino a 40.000 dollari.

CSGO Lotto: la difesa dei due Youtuber

Nonostante l’ambiguità della posizione in cui la coppia di videomaker si sia venuta a trovare, TmarTn ha difeso le sue azioni di promozione in un video, successivamente archiviato. Lo Youtuber ha ammesso di non aver mai espressamente dichiarato di possedere il CSGOLotto.com, ma che il suo legame col sito in questione non fosse affatto segreto, come tutti vorrebbero far credere.

ProSyndicate, invece, si è limitato a dichiarare che, stando a quanto leggiamo dal suo account Twitter, è stato sufficiente dichiarare a YouTube il suo legame col sito. Inoltre, Cassel ha fermamente sottolineato che CSGO Lotto non ha mai rubato alcuna somma di denaro ai suoi utenti.

Restate sintonizzati per ulteriori news in merito.

 

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

Warlords of Aternum: Innogames rilancia il titolo mobile strategico

Konami ha ancora tanto da dare?