Saint Seiya: Brave Soldiers – Recensione


Namco-Bandai ha voluto realizzare il miglior videogioco su I Cavalieri dello Zodiaco e questo Saint Seiya: Brave Soldiers non delude assolutamente le aspettative, pur, lo diciamo subito, non impressionando nel suo complesso. Il gioco è un picchiaduro che abbraccia le “saghe” del Santuario, di Poseidone e di Hades, ovvero i tre archi narrativi che compongono la serie.
Disponibile in esclusiva su PlayStation 3, Saint Seiya Brave Soldiers si presenta al pubblico con un impianto solido e ben strutturato, il gameplay è ben bilanciato ed anche tecnicamente ci troviamo di fronte ad un ottimo prodotto. Continuate a leggere la nostra recensione se volete saperne di più.
Sono i Cavalieri dello Zodiaco, sono grandi e forti eroi
Saint Seiya Brave Soldiers è un picchiaduro 3D ricco di personalità, del resto il gioco è ispirato ad una saga mitologica, quasi leggendaria, un caposaldo per tutti gli appassionati di fumetti e animazione. Brave Soldiers presenta un roster ricchissimo, composto da oltre 50 personaggi che provengono, come detto, dalle saghe di Poseidone, Hades e Santuario. Non ci sono limitazioni per quanto riguarda le possibilità di scontro, per fare un banale esempio, sarà possibile far incontrare tra loro eroi che nella serie TV non si sono mai sfiorati, per dare vita a combattimenti e battaglie inedite.

Il cast dei personaggi è ricchissimo e comprende, ovviamente, i cavalieri di bronzo (Pegasus, asher, Gerki, Sirio, Andromeda, Phoenix ecc), i cavalieri d’oro e persino Athena, per la prima volta giocabile con il costume “God”. Le arene sono ben 36, anche queste tratte dalle tre saghe citate sopra. Non è escluso che in futuro Namco-Bandai possa rilasciare altri contenuti tramite DLC come armature e personaggi inediti.
Picchia tu che picchio anche io
Saint Seiya Brave Soldiers presenta tante modalità di gioco, in singolo e multiplayer. Partiamo con la modalità Chronicle, di fatto un lungo story mode che permette di affrontare i rivali in sequenza, con una vera e propria trama narrata tramite sequenze animate di altissimo livello. Questa modalità vi terrà incollati allo schermo per diverse ore e rappresenta di fatto il top per quanto riguarda l’esperienza single player di Brave Soldiers. Da segnalare anche la modalità Sfida, per organizzare battaglie contro altri giocatori, online e in locale.

Per quanto riguarda il gameplay, Saint Seiya Brave Soldiers è un picchiaduro piuttosto classico, i personaggi possono eseguire mosse e combo caratteristiche apparse anche nella serie TV e nel manga, la barra dell’energia si riempie ad ogni colpo, quando è al massimo potremo scagliare tutta la nostra furia contro i malcapitati avversari.
La meccanica di gioco e il sistema di combattimento ricordano quelli visti in Naruto Ultimate Ninja Storm 3, è innegabile che i due giochi in questione condividano molti aspetti, questo non è necessariamente un male, anzi. Brave Soldiers offre una discreta varietà di situazioni, anche se non c’è nulla che possa realmente impressionare, il gioco non osa sotto nessun aspetto, pur mostrando, come detto, un gameplay assolutamente pregevole.
Tecnicamente parlando
Dal punto di vista squisitamente tecnico, Brave Soldiers si difende più che dignitosamente. La grafica è di ottimo livello, in particolar modo nelle sequenze di intermezzo realizzate in stile OAV, i modelli poligonali invece, per quanto ben realizzati, avrebbero potuto essere più dettagliati e curati. Nota di merito per il motore, capace di muovere grandi quantità di oggetti senza il minimo rallentamento. Per quanto riguarda lo stile grafico, certo non si poteva pretendere di più, per ovvi motivi Brave Soldiers è ancorato ai canoni della serie.
Di buon livello anche il comparto audio, con musiche decisamente ispirati, effetti ben riprodotti e un doppiaggio di qualità televisiva. Nel complesso, Saint Seiya Brave Soldiers è un prodotto tecnicamente curato che non sfigura anche di fronte a titoli ben più blasonati.

Commento finale
Come avrete intuito leggendo la recensione, Saint Seiya Brave Soldiers non è un gioco per tutti. Il titolo Namco-Bandai è consigliato solamente ai fan sfegatati dei Cavalieri dello Zodiaco, grazie ad un roster dei personaggi estremamente variegato, ad un gameplay ben bilanciato e ad una trama di sicuro impatto.
Alcuni limiti nel gameplay pregiudicano l’esperienza complessiva, il sistema di combattimento, per quanto ben strutturato, risulta troppo semplice e poco avvincente sulla lunga distanza. Se avete un amico da sfidare o prevedete di giocare spesso online, Brave Soldiers è un buon acquisto, in singolo purtroppo il titolo Namco-Bandai tende a diventare ripetitivo piuttosto in fretta.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Perché preferire PS4 a Xbox One? Le 5 ragioni di Yoshida

PlayStation 4 ha la miglior line-up di lancio nella storia di Sony