Bambino spara alla nonna: Take-Two risponde alle accuse contro GTA IV


Ha destato scalpore ieri la notizia di un bambino di otto anni che di colpo ha impugnato una pistola ed ha sparato alla nonna. Prima di compiere l’insano gesto il piccolo stava giocando a Grand Theft Auto IV e i media hanno dato ampia rilevanza a questo particolare.

kid
Il bambino stava giocando ad un gioco violento e quindi la colpa è sicuramente di GTA, la responsabile è da scaricare interamente sul videogioco e non sui genitori che hanno lasciato una pistola carica non custodita ed hanno comprato al figlioletto un videogioco vietato ai minori.
Take-Two (publisher di GTA) ha rilasciato un breve comunicato, l’azienda si dice profondamente addolorata per quanto accaduto ma ritiene che non ci sia alcuna connessione tra le azioni violente e un prodotto di intrattenimento come Grand Theft Auto.
Il publisher aggiunge anche la seguente dichiarazione: Dare la colpa per quanto accaduto ad un videogioco vuol dire minimizzare la tragedia e non prendere atto del vero problema.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Lost Planet 3 – Recensione

PlayStation 2 la miglior console degli ultimi 20 anni, secondo EDGE